Coronavirus: come comportarsi in condominio

10 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: come comportarsi in condominio

Le regole precauzionali anticontagio da seguire quando si esce di casa, si prende l’ascensore o arriva un corriere a consegnare un pacco.

L’emergenza Coronavirus impone regole di comportamento per chiunque abita in un condominio. Sono accorgimenti precauzionali che tutti i condòmini dovrebbero seguire e vanno al di là delle note misure di contenimento che impongono di rimanere a casa salvo per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o altre situazioni di assoluta necessità.

Spesso, infatti, la fruizione degli spazi condominiali – cortili, androni, ascensore, scale e pianerottoli – è inevitabile: talvolta, si esce per andare a fare la spesa o acquistare medicinali in farmacia, alcuni devono andare al lavoro se svolgono un’attività compresa nei servizi essenziali. Così si rischia di toccare oggetti o di incontrare altre persone a distanza ravvicinata o in ambienti ristretti.

In questi casi, occorre adottare le misure di precauzione sanitaria per impedire la propagazione del contagio. Non ci sono prescrizioni normative o sanitarie specifiche per gli ambienti condominiali, ma considerato che ci sono spazi e oggetti fruibili da tutti, come il portone, i corrimano delle scale e l’ascensore, valgono più che mai quelle generali.

In particolare, bisognerebbe indossare la mascherina protettiva ed i guanti ogni volta che si esce dal proprio appartamento, ma anche utilizzare l’ascensore una persona alla volta, per evitare distanze troppo ravvicinate in un ambiente ristretto, evitando poi ogni assembramento nell’androne o sui pianerottoli. Si dovrebbero anche evitare i contatti diretti con chi frequenta il palazzo per consegnare merce in arrivo: i postini, ad esempio, già adottano l’accorgimento di mettere le raccomandate direttamente in buca, senza firma del destinatario.

David Campomaggiore, editore del magazine “Imprenditore Condominiale”, spiega all’Adnkronos che “i dubbi che hanno i condòmini in questo periodo sono davvero tanti ed oggi le regole che devono seguire i condòmini e gli amministratori hanno assunto un’importanza senza precedenti”.

Perciò, Campomaggiore suggerisce che “quando si esce di casa e si va a toccare oggetti di uso comune come il portone o l’ascensore è bene avere sempre la mascherina chirurgica e i guanti monouso. Quando, invece, arriva il corriere è bene fargli lasciare il pacco davanti alla porta di casa o farglielo mettere nell’ascensore, in modo da evitare qualsiasi contatto ravvicinato”.

Inoltre, secondo Campomaggiore “se c’è un contagiato in condominio, dopo aver avvertito le autorità competenti, è necessario avvertire l’amministratore di condominio per metterlo in condizione di adattare immediatamente le misure per contenere e prevenire la diffusione del contagio“.

Infine – sottolinea – “è anche molto importante che l’amministratore affigga dei cartelli che ricordino l’obbligo di prendere l’ascensore solamente una persona alla volta ed evitare assembramenti in cortile o negli spazi comuni”.

Leggi anche Condomini e Coronavirus: le regole per guasti e sanificazione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube