Cronaca | News

Coronavirus: ecco i vari gradi di rischio per la riapertura

10 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: ecco i vari gradi di rischio per la riapertura

La graduatoria del Comitato tecnico-scientifico che potrebbe condizionare la ripresa delle attività nella fase 2 dell’emergenza.

Basso, medio, alto. Sono i tre livelli di rischio contagio da coronavirus individuati dal Comitato tecnico-scientifico proprio mentre l’Istituto superiore di Sanità ammette che la curva è «decisamente in decrescita» ed il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, illustra la linea del nuovo decreto che limita ancora i movimenti dei cittadini e di gran parte dei lavoratori.

Sono proprio i lavoratori l’oggetto di studio del Comitato, che ha contrassegnato i vari livelli di rischio con i tre colori dei semafori: il verde per chi può, con le dovute cautele, muoversi di più e riprendere potenzialmente l’attività; il giallo per chi deve stare più attento ed il rosso per chi deve rimanere fermo.

A basso rischio, secondo il Comitato tecnico-scientifico, ci sono gli addetti a:

  • coltivazioni agricole;
  • attività contabili, legali e assicurative;
  • fabbricazione di mobili;
  • attività immobiliare;
  • riparazione di materiale elettronico per la casa.

A medio rischio, e quindi con la necessità di adottare particolari misure di sicurezza per riprendere l’attività, il Comitato colloca i lavoratori di questi settori:

  • tutte le fabbriche (siderurgiche, meccaniche, chimiche, tessili);
  • uffici pubblici e privati che hanno la possibilità dello smart working;
  • negozi ed esercizi al dettaglio (esercenti e commessi).

Ad alto rischio, infine, si trovano, secondo il Comitato tecnico-scientifico, questi settori:

  • ristoranti e bar;
  • scuole;
  • dentisti;
  • parrucchieri ed estetisti;
  • discoteche;
  • palestre.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube