Cronaca | News

Come il Coronavirus sta rendendo gli italiani più poveri

10 Aprile 2020
Come il Coronavirus sta rendendo gli italiani più poveri

Aumentano i clienti del monte dei pegni. In tanti vi ricorrono per ottenere liquidità.

C’è un formidabile indicatore di quanto il Coronavirus stia mandando sul lastrico molti italiani: è il monte dei pegni, che eroga prestiti in cambio di un pignoramento di oggetti, in genere di valore. A quanto pare, la clientela è in crescita, complice la crisi e lo stop a molte attività e lavoratori. Un articolo, dell’agenzia di stampa Adnkronos, firmato da Cristina Armeni, ci racconta di questo fenomeno.

Il vantaggio assicurato dal monte dei pegni è la garanzia di una liquidità immediata, a fronte della fornitura di oggetti che non ci interessano più o, al contrario, possono anche avere un valore affettivo ed è quindi più doloroso separarsene. Il monte dei pegni, peraltro, rientra tra le attività autorizzate all’apertura dal governo in questo periodo di emergenza, con un orario ridotto.

Rainer Steger, direttore generale di Affide, leader nel settore, conferma all’Adnkronos: “Abbiamo notato la presenza di nuovi clienti. In termini di numeri non abbiamo visto variazioni sostanziali, tuttavia siamo consapevoli che nelle prossime settimane si possa registrare un incremento della clientela, anche perché non possiamo escludere che, per molti, possano esserci stati dei dubbi sull’effettiva apertura o meno di attività simili alla nostra e, superata questa prima fase, qualcosa potrebbe cambiare”.

“Siamo consapevoli – continua Steger – che in questa fase possa esserci esigenza di liquidità per i cittadini. Per questo motivo, per andare incontro alle esigenze dei nostri clienti, è stata sospesa la messa in asta di tutte le polizze scadute e non rinnovate nel periodo compreso tra inizio gennaio 2020 e la fine di aprile 2020″. Quando scade la polizza, il cliente può decidere se rinnovarla (e prolungare il prestito), riscattare il proprio bene o mandarlo all’asta.

I clienti sono invitati a prendere un appuntamento telefonico o via mail con la filiale, anche per evitare file all’esterno – che al momento comunque non si starebbero registrando – e organizzare meglio il lavoro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube