L’esperto | Articoli

Acquisto di un’autovettura: ultime sentenze

13 Maggio 2020
Acquisto di un’autovettura: ultime sentenze

Leggi le ultime sentenze su: acquisto di un’autovettura e libera assunzione di un onere di finanziamento mensile; debito contratto da un convivente per l’acquisto di un’autovettura; compravendita di un’autovettura con chilometraggio diverso da quello dichiarato dal venditore.

L’acquisto di un’autovettura

L’acquisto di un’autovettura, se di modesto ammontare e se pagata con risorse proprie, non costituisce un incremento patrimoniale.

Comm. trib. prov.le Cuneo sez. I, 21/03/2011, n.47

Annullamento del contratto di compravendita

E’ motivo di annullamento del contratto di compravendita per errore vizio del consenso quando lo stesso errore è non solo essenziale cadendo su di una qualità essenziale dell’oggetto del contratto determinante del consenso (nella specie: compravendita di un’autovettura avente chilometraggio diverso da quello dichiarato dal venditore), ma anche riconoscibile quando un contraente di normale diligenza avrebbe potuto rilevarlo (nella specie: con un semplice controllo dell’autovettura e/o una verifica dei tagliandi effettuati dalla stessa), a nulla valendo che la venditrice si sia posta in condizione di non poter effettuare alcuna verifica, significando la circostanza l’assoluta carenza di diligenza in capo alla medesima e l’assunzione del rischio di porre in vendita un bene diverso da quello dichiarato, posto che l’obbligo di controllare la regolarità del veicolo prima di porlo in vendita grava sul venditore e non sull’acquirente (nella specie un’acquirente si è determinato all’acquisto di un’autovettura nell’erronea convinzione che la stessa avesse una percorrenza di 96.000 chilometri, assunto rilevatosi errato, ma che, secondo ordinaria diligenza del venditore, quest’ultimo avrebbe potuto verificare prima di porre in vendita la vettura).

Tribunale Torino sez. VIII, 31/12/2018, n.6075

Spesa per un investimento patrimoniale

La spesa per un investimento patrimoniale rappresentato dall’acquisto di un’autovettura, pagata ratealmente e non in unica soluzione, rileva ai fini dell’accertamento sintetico del reddito, ex art. 38 del d.P.R. n. 600 del 1973, in misura pari all’importo delle rate pagate nell’anno considerato e non in misura pari all’intero prezzo d’acquisto.

Comm. trib. reg. Bari sez. XIV, 08/04/2011, n.48

Acquisto di un’autovettura e capacità patrimoniale 

L’acquisto di un’autovettura, con libera assunzione di un onere di finanziamento mensile, è indice di una capacità patrimoniale che depone per il mantenimento a carico di colui che ha contratto il finanziamento di quanto concordato in separazione.

(Nella specie il padre, muratore assunto presso una cooperativa con cantieri prevalentemente lontani dalla città di residenza, per recarsi sul luogo di lavoro aveva acquistato, in comproprietà con la nuova compagna convivente, una vettura in leasing).

Tribunale Milano sez. IX, 06/03/2007

L’acquisto di un’autovettura all’asta pubblica

L’acquisto di un’autovettura all’asta pubblica disposta in sede penale, diversamente dall’acquisto in sede di espropriazione forzata civile, è riconducibile tra i modi di acquisto della proprietà a titolo originario ai quali fa riferimento l’ultima parte dell’art. 922, c.c., e ad esso non è, quindi, applicabile l’art. 2919, c.c., sicché all’aggiudicatario è inopponibile l’acquisto a titolo particolare dall’originario proprietario.

(Nella specie, nella vigenza del c.p.p. abrogato, l’autovettura era stata sequestrata, in quanto risultata rubata, e, pronunziata sentenza di non luogo a procedere per essere rimasti ignoti gli autori del furto, non essendo stato esercitato il diritto alla sua restituzione, l’autovettura era stata venduta all’asta; la S.C., nell’enunciare il succitato principio, ha confermato la sentenza di merito, precisando che la natura a titolo originario dell’acquisto rendeva inopponibile all’aggiudicatario l’acquisto della società assicuratrice perfezionatosi con il pagamento dell’indennizzo al proprietario del veicolo).

Cassazione civile sez. III, 25/07/2003, n.11563

Aspetti tecnico – comparativi nell’acquisto di un’autovettura

Va esclusa la responsabilità amministrativa per scelte di merito concernenti aspetti tecnico – comparativi nell’acquisto di un’autovettura, ritenuta non ispirata a criteri di economicità, quando, come nella specie, non sussista assoluta illogicità e irrazionalità nella scelta effettuata.

Corte Conti, (Friuli-Venezia Giulia) sez. reg. giurisd., 24/04/2001, n.156

Acquisto di un’autovettura e sequestro preventivo

Se è vero che il ricorso per cassazione avverso l’ordinanza di riesame in tema di sequestro preventivo è ammissibile solo per violazione di legge, è anche vero che la totale mancanza di motivazione, come pure la motivazione soltanto apparente, integrano l’ipotesi di violazione di legge (art. 606 comma 1 lett. c) e non quella del vizio di motivazione (art. 606 comma 1 lett. e).

(Fattispecie in cui nei confronti di uno dei sequestrati mancava qualsiasi motivazione sulla possibilità di una vita normale in base ad alcuni redditi “per lire 240 milioni, prospettati come leciti”, percepiti in più anni, e, nei confronti di altro sequestrato, si affermava che l’acquisto di un’autovettura non era “…giustificabile con i modesti redditi “per lire 50 milioni, prospettati come leciti” raggranellati negli ultimi anni.. sufficienti.. soltanto per una modesta vita quotidiana”, motivazione, quest’ultima, ritenuta “apparente”, in quanto adattabile a qualsiasi situazione).

Cassazione penale sez. VI, 18/10/1999, n.3265

Acquisto di un’autovettura con particolari caratteristiche estetiche

Non costituisce danno erariale l’acquisto di un’autovettura con particolari caratteristiche estetiche, meccaniche e di comfort ove la spesa sia risultata nella sostanza utile per l’ente e contenuta entri limiti di ragionevolezza e che comunque, seppure definita di rappresentanza, e come tale ritenuta priva di utilità, possa essere impiegata per le funzioni tipiche dell’ente.

(Fattispecie, di acquisto di una Fiat Croma da parte del F.A.I. e della sua donazione agli organismi di governo della Somalia, per lo svolgimento di funzioni di rappresentanza).

Corte Conti, (Lazio) sez. reg. giurisd., 23/09/1997, n.207

Acquisto di un’autovettura: il debito contratto dal convivente

I versamenti effettuati nel corso di una relazione sentimentale al fine di pagare il debito contratto da un convivente per l’acquisto di un’autovettura sono riconducibili alla fattispecie delle donazioni indirette per le quali non è previsto il requisito della forma dell’atto pubblico.

Tribunale Grosseto, 18/12/2019, n.1012

Valutazione di inadeguatezza del reddito dichiarato dal contribuente

In caso di accertamento sintetico ex art. 38 d.P.R. 600/1973, basato sul raffronto tra reddito dichiarato dal contribuente e sue capacità di spesa, è illogico e scorretto, in presenza di rimesse del coniuge residente all’estero (non imponibili in Italia) che l’ufficio operi prima una valutazione di inadeguatezza del reddito dichiarato dal contribuente in relazione all’utilizzo in locazione di un immobile (riferendo l’acquisto di un’autovettura alle rimesse del coniuge), mentre avrebbe dovuto determinare il reddito effettivo (sommando reddito dichiarato e reddito derivante da rimesse non imponibili) e valutare quindi se il totale, ripartito nel triennio, giustificasse o meno il tenore di vita del contribuente. Solo in caso di significativa insufficienza l’ufficio avrebbe potuto procedere alla determinazione sintetica del reddito.

Comm. trib. prov.le Milano sez. XLVI, 29/10/2010, n.47

Restituzione del prezzo versato per l’acquisto di un’autovettura

In caso di denuncia di “error in procedendo” da parte del giudice del merito, per avere deciso su di una domanda basata su di una “causa petendi” diversa da quella fatta valere dalla parte, questa Corte, in quanto giudice del fatto, ha il potere-dovere di procedere all’esame diretto degli atti, al fine di acquisire gli elementi di giudizio necessari ai fini della pronuncia richiesta (nella specie, la Corte ha ritenuto che i giudici d’appello avessero provveduto a valutare la fondatezza della prospettazione attorea alla stregua degli elementi di prova in atti, rimanendo senza dubbio nell’ambito proprio del fatto costitutivo della domanda avanzata dalla parte attrice.

La vicenda riguardava la domanda, avanzata dalla curatela del fallimento, di restituzione del prezzo versato per l’acquisto di un’autovettura, in quanto la vendita non si era mai perfezionata. La domanda è stata accolta pur rilevando che gli atti non si prestavano ad interpretazione univoca; la Corte territoriale, infatti, ha ritenuto non provato il contratto di compravendita. La circostanza della disponibilità dell’automobile da parte della società non dimostrava affatto che la vendita fosse avvenuta, specie tenendo conto della presenza di elementi di prova in senso contrario, come la perdurante titolarità del bene in capo al promissario venditore risultante dal pubblico registro).

Cassazione civile sez. I, 19/12/2012, n.23434

Acquisto di un’autovettura per consentire al concessionario di smaltire le auto a disposizione

Sussiste la responsabilità amministrativa del presidente e di un funzionario di una Usl, per l’acquisto di un’autovettura non per esigenze di servizio, ma per consentire ad un concessionario di smaltire le auto a disposizione, come appunto in sede penale, pagando un prezzo superiore a quello di listino e non provvedendo nemmeno all’immatricolazione dell’auto.

Corte Conti sez. III, 13/10/2000, n.288/A



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube