Coronavirus: chi paga le tasse durante l’emergenza sarà premiato

11 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: chi paga le tasse durante l’emergenza sarà premiato

Un “bollino blu” a chi effettuerà i versamenti fiscali nel periodo di sospensione: il premio consiste nella possibilità di utilizzarlo a fini pubblicitari e commerciali.

Una novità del maxi-emendamento apportato dal Senato al decreto Cura Italia [1] riguarda la possibilità, per i contribuenti che effettuano i versamenti fiscali nonostante la sospensione disposta durante l’emergenza Coronavirus, di ricevere una particolare «menzione»: un attestato di meritevolezza rilasciato dallo Stato – precisamente dal Mef, il ministero dell’Economia e Finanze, attraverso l’Agenzia delle Entrate.

Questo premio che attribuirà una sorta di “bollino blu” in favore di chi adempie gli obblighi tributari, senza rinviarli come gli sarebbe consentito fare, varrà non solo come un riconoscimento di ordine morale (come prevedeva la versione originaria del Cura Italia), ma potrà essere utilizzata anche «a fini commerciali e di pubblicità».

In sostanza chi ha pagato le tasse o le sta pagando e le pagherà durante il periodo di sospensione dei versamenti – che ora il Decreto Liquidità ha ulteriormente prorogato fino a tutto il mese di maggio – potrà avvalersi di un “titolo di merito” da spendere pubblicamente per guadagnare un credito di immagine, un ritorno positivo e lusinghiero per la propria figura, azienda o brand commerciale.

Per poter ricevere ed utilizzare concretamente questo nuovo attestato di menzione bisognerà, però, attendere non solo la prossima conversione in legge del Decreto Cura Italia – che sembra scontata nei prossimi giorni all’Aula di Montecitorio – ma anche l’emanazione di un successivo decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, che dovrà stabilire precisamente quali saranno le forme di attribuzione delle menzioni e i criteri per riceverle.

L’unico punto stabilito al riguardo dalla legge è che la menzione non spetterà automaticamente a chiunque avrà effettuato i pagamenti tributari, ma solo a coloro che ne avranno dato comunicazione al Mef (quindi ci sarà un adempimento ulteriore e separato dal normale versamento con F24 o PagoPa).  L’attestazione sarà poi rilasciata a cura dell’Agenzia delle Entrate, che avrà il compito di riscontrare i versamenti eseguiti dai contribuenti meritevoli (la legge non specifica se saranno previste fasce, livelli e punteggi in base all’ammontare dei pagamenti eseguiti).

Come sottolinea all’Adnkronos Luciano D’Alfonso (capo gruppo Pd in Commissione Finanze del Senato e che ha proposto l’introduzione della norma), questa misura “valorizza e incentiva la correttezza tributaria. La possibilità di rinviare gli obblighi tributari per evidenti condizioni di necessità, non impedisce l’adempimento da parte di chi può farlo, in ragione delle proprie condizioni di forza e resistenza economica”.

Lo Stato premia “la condotta dei pochi resistenti e virtuosi” perché – afferma il parlamentare – “chi può pagare permette allo Stato di fare di più e meglio a favore dei tantissimi che ne hanno bisogno per rinviare i propri obblighi, perché hanno necessità di riorganizzarsi per ripartire”.


note

[1] Art. 71 Decreto Legge 17 marzo 2020, n.18.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube