Diritto e Fisco | Articoli

Geografia giudiziaria: come cambia l’iscrizione all’Ordine, tirocinio e patrocinio a spese dello Stato

11 Ottobre 2013
Geografia giudiziaria: come cambia l’iscrizione all’Ordine, tirocinio e patrocinio a spese dello Stato

Le risposte del Cnf in merito ai dubbi avanzati dai CdO su iscrizione all’albo, identificazione del luogo di tirocinio legale, esame di avvocato per i praticanti e patrocinio a spese dello Stato.

I tagli alla geografia giudiziaria, confermati ieri anche dal Governo, iniziano a generare dubbi operativi e interpretativi. Così, il Consiglio Nazionale Forense ha diffuso le prime risposte ai quesiti sorti dagli Ordini territoriali, primo in merito all’accorpamento dei tribunali e uffici minori.

Iscrizione all’albo degli avvocati

C’è un principio inderogabile, chiarisce il Consiglio nazionale forense, che è la coincidenza fra il luogo di elezione del domicilio professionale dichiarato al momento della richiesta di iscrizione e il circondario di Tribunale in si trova il domicilio. E ciò anche se il luogo in cui si svolge l’attività prevalente è un altro. Di conseguenza l’iscritto che ha il domicilio professionale in un territorio che oggi risulta afferente a un Tribunale diverso per effetto della riforma dovrebbe trasferire la sua iscrizione a quell’Ordine forense, anche se l’attività prevalente può gravare sul foro di provenienza per qualche tempo ancora.

Luogo di tirocinio ed esame di avvocato

Quanto al luogo del tirocinio e di esame per i praticanti a seguito dell’accorpamento a un diverso circondario, il praticante dovrà iscriversi nel registro tenuto dall’Ordine presso cui sia iscritto il dominus: se dunque quest’ultimo ha modificato la sua iscrizione per via della nuova geografia giudiziaria, il praticante dovrà fare lo stesso.

Patrocinio a spese dello Stato

L’Ordine competente a ricevere e autorizzare l’ammissione sarà quello della sede ove è istituito il tribunale accorpante.

Per i difensori d’ufficio è confermata la funzione in capo all’Ordine istituito presso il tribunale soppresso.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube