Diritto e Fisco | Articoli

No al licenziamento del lavoratore che non può sollevare pesi

11 Ottobre 2013
No al licenziamento del lavoratore che non può sollevare pesi

Il lavoratore a rischio di ernia del disco va aiutato dai colleghi o con macchine apposite.

Non può essere licenziato il lavoratore ritenuto – dal medico competente dell’azienda – inidoneo alle mansioni affidategli, se può comunque continuare a svolgere tali attività grazie all’uso di macchinari o supportato da altri colleghi.

Lo ha detto ieri la Cassazione [1].

Le motivazioni della Corte sono, principalmente, di due tipi.

Intanto la dichiarazione di inidoneità al lavoro rilasciata dal medico competente dell’azienda non è insindacabile, ma può ben essere smentita dal consulente tecnico nominato dal giudice. Nel caso di specie, infatti, il perito del tribunale aveva dichiarato – contrariamente al medico aziendale – il dipendente in grado di svolgere il servizio, ma con l’ausilio meccanico per trasporto pesi o di altri dipendenti per carichi superiori a quindici chilogrammi, onde evitare il sovraccarico della colonna vertebrale. Peraltro è la stessa legge che, in materia di movimentazione di carichi, impone l’utilizzo di macchinari o l’ausilio di altri dipendenti per tutelare i lavoratori a rischio di patologie dorso-lombari.

In secondo luogo, sottolinea la Cassazione, resta comunque l’obbligo per l’azienda di verificare se è possibile destinare il dipendente ad altre mansioni all’interno dell’azienda onde evitare il suo licenziamento.


note

[1] Cass. sent. n. 23068/13 del 10.10.13.

[2] D.lgs. n. 81/2008.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube