Diritto e Fisco | Articoli

Se rinunci al mantenimento non puoi più chiedere l’assegno divorzile, salvo mutate condizioni

30 Dicembre 2013
Se rinunci al mantenimento non puoi più chiedere l’assegno divorzile, salvo mutate condizioni

Non ha diritto all’assegno divorzile chi ha rinunciato al mantenimento e non prova che le condizioni sono peggiorate.

Se il coniuge, in sede di separazione, ha rinunciato a chiedere l’assegno di mantenimento all’ex, non può più chiedere, poi, al momento del divorzio, l’assegno divorzile, a meno che non dimostri che le proprie condizioni economiche sono peggiorate.

È il pensiero della Cassazione, espressasi sul tema con una recente sentenza [1].

Se nessun peggioramento della situazione economica viene dimostrato dalla parte nel giudizio di divorzio – sostiene la Corte – bisogna immaginare che la vantaggiosa situazione sia rimasta inalterata. E pertanto, anche per una questione di coerenza, non ci sono i presupposti per concedere l’assegno di divorzio.


note

[1] Cass. Sent. N. 23079/13.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube