Coronavirus: da domani i pagamenti dei bonus

14 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: da domani i pagamenti dei bonus

Arrivano i soldi per gli autonomi e per chi ha richiesto il voucher baby sitter. Versamenti in corso anche per congedi parentali e cassa integrazione.

Cominceranno ad arrivare domani, grazie anche alla collaborazione tra Inps e banca, i primi bonus da 600 euro erogati agli autonomi come contributo per l’emergenza coronavirus. La prestazione, prevista nel decreto Cura Italia, verrà versata con valuta tra domani e giovedì 17 aprile nei conti correnti degli aventi diritto che l’hanno richiesta. Oggi, l’Istituto di previdenza riprenderà il lavoro di liquidazione delle oltre 4 milioni e mezzo di domande ricevute per quasi 9 milioni di beneficiari. Un milione è già stato evaso. Restano fuori dal bonus, come abbiamo già anticipato, i professionisti iscritti alle Casse previdenziali diverse dall’Inps, alle quali il Governo ha stanziato 200 milioni per le rispettive indennità.

Per quanto riguarda le altre prestazioni, la maggior parte dei 200mila congedi parentali richiesti sono stati retribuiti direttamente dalle aziende ai dipendenti. Mentre sempre da domani è previsto il pagamento delle oltre 40mila domande per avere il bonus baby sitter attraverso il libretto di famiglia.

Sul fronte della cassa integrazione ordinaria, che dovrebbe interessare circa 4 milioni e mezzo di lavoratori, metà degli importi è già stata anticipata dai datori di lavoro. Il resto arriverà entro fine aprile o, comunque, entro 30 giorni dalla domanda. Tempi più veloci, quindi, rispetto ai soliti 2-3 mesi che occorrono normalmente per ricevere la prestazione.

Soldi in arrivo pure per chi ha diritto alla cassa integrazione in deroga. La procedura è già in corso tra le Regioni e l’Inps anche per le imprese con meno di 5 dipendenti. L’Istituto sta già raccogliendo i dati inviati dagli enti territoriali ed alcuni dei pagamenti sono in corso.

Il Governo conferma che è operativo l’accordo tra l’Associazione delle banche (l’Abi), l’Inps e le organizzazioni sindacali che permette ai lavoratori aventi diritto di ricevere un anticipo della cassa integrazione ordinaria e in deroga, pari a 1.400 euro. Alla convenzione, secondo l’Abi, hanno aderito praticamente tutti gli istituti di credito.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube