Coronavirus: arriva l’indennizzo per colf e badanti

15 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: arriva l’indennizzo per colf e badanti

Nel decreto di aprile un aiuto per le famiglie che hanno lasciato a casa i collaboratori domestici, tagliati fuori dal Cura Italia.

Colf e badanti con regolare contratto di lavoro che hanno dovuto sospendere l’attività a causa del coronavirus avranno diritto ad un indennizzo tra 400 e 600 euro tramite una sorta di cassa integrazione in deroga semplificata. Lo prevede il decreto che verrà approvato nei prossimi giorni dal Governo.

Queste categorie di lavoratori domestici non avevano ricevuto alcuna tutela dal decreto Cura Italia. Ora, si ipotizza questo aiuto in base all’orario di lavoro stabilito con uno o più datori di lavoro e alle ore effettivamente lavorate dal mese di aprile.

Secondo i calcoli dei ministeri del Lavoro e dell’Economia, la maggior parte degli indennizzi raggiungerebbe i 400 euro per i contratti full time ed i 200 euro per quelli part time. A cui si aggiungerebbe, su richiesta dei lavoratori, il reddito di emergenza. In alcune regioni, però, come in Sardegna, viene riconosciuto un bonus fino a 600 euro.

Il Governo mira con questo provvedimento a salvaguardare i posti di lavoro tra i collaboratori domestici e ad aiutare le famiglie a sostenere i costi del lavoro domestico sospeso a causa dell’epidemia. In molti casi, infatti, i datori hanno preferito lasciare a casa colf e badanti per evitare il rischio di contagi o perché, dovendo a loro volta restare a casa loro, non avevano bisogno materialmente della loro assistenza. Tuttavia, essendoci un regolare rapporto di lavoro, lo stipendio va riconosciuto. Il ministero del Lavoro chiede «un aiuto alle famiglie che hanno mantenuto il rapporto di lavoro in questa difficile fase con un rimborso di una quota della retribuzione o portando in deduzione la retribuzione di aprile e maggio, anche per incentivare il lavoro regolare».

I sindacati hanno, infine, chiesto al Governo che venga riconosciuto anche ai collaboratori domestici il bonus di 100 euro per chi ha lavorato a marzo e che venga approvata una sanatoria per far emergere il sommerso.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube