Diritto e Fisco | Articoli

Si può cambiare Partita Iva?

15 Aprile 2020
Si può cambiare Partita Iva?

Modifica Partita Iva, chiusura e cambio codici attività: come si fa?

Sei intestatario di una Partita Iva che hai aperto diversi anni fa. Il lavoro è andato male e hai accumulato debiti che ora non riesci a pagare. Vorresti ricominciare una nuova attività e cancellare il passato. Darai alla ditta un nome diverso. Perciò, ti chiedi se si può cambiare la Partita Iva. Cosa prevede la legge? Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Come funziona la Partita Iva?

La Partita Iva è una sorta di codice fiscale relativo alle aziende, ai professionisti e agli artigiani. Tutti coloro che emettono fattura, perché svolgono un’attività di lavoro autonomo, devono quindi chiedere una Partita Iva all’Agenzia delle Entrate. 

La tenuta della Partita Iva non ha costi salvo quelli collegati ai normali adempimenti fiscali cui è soggetto chiunque svolge un lavoro autonomo – in forma individuale o associata – in modo stabile e continuativo.

All’apertura della Partita Iva bisogna fornire all’Agenzia delle Entrate dei codici corrispondenti all’attività che si andrà a svolgere. Sono appunto chiamati «codici attività». Questi non sono vincolanti per il futuro: possono cioè sempre essere modificati, cambiati o se ne possono aggiungere degli altri.

Generalmente un’operazione rientra nel campo di applicazione dell’IVA in presenza dei seguenti tre requisiti:

  • oggettivo: si tratta di una cessione di beni o di un servizio;
  • soggettivo: è effettuata da imprese, professionisti o artisti, nell’esercizio della rispettiva attività;
  • territoriale: è effettuata nel territorio italiano.
  • Presupposto per l’applicazione dell’imposta è che le cessioni di beni o le prestazioni di servizi che risultano oggettivamente imponibili vengano effettuate da parte di imprenditori, professionisti o artisti nello svolgimento della propria attività.

È prevista un’aliquota ordinaria (o normale) del 22%; essa deve essere applicata per la generalità delle operazioni, con esclusione di quelle sottoposte alle seguenti aliquote ridotte (incluse nella tabella A allegata al DPR 633/72):

  • 4% applicabile a tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi elencati nella parte II della tabella A;
  • 5% a tutte le prestazioni di servizi elencati nella parte II bis della tabella A;
  • 10% applicabile alle cessioni di beni e prestazioni di servizi di cui alla parte III della tabella A.

Si può cambiare una Partita Iva?

Vediamo ora se si può cambiare la Partita Iva. La legge non ammette variazioni alla Partita Iva che, proprio come il codice fiscale, resta sempre lo stesso quando collegato all’attività del titolare. 

Tutto ciò che il contribuente può quindi fare è:

  • chiedere una modifica del codice attività collegato alla Partita Iva, così cambiando il settore o aggiungendovi nuovi settori prima non indicati;
  • chiudere la partita Iva e aprirne una nuova. In questo secondo caso, verrà fornito dall’Agenzia delle Entrate un nuovo numero.

In caso di variazione di uno degli elementi indicati nella dichiarazione di inizio attività o se si deve chiudere la Partita Iva, è necessario compilare lo stesso modello AA9/12 e presentarlo ad un qualsiasi ufficio entro 30 giorni dalla data di variazione/cessazione dell’attività con le stesse modalità previste per l’inizio attività. 

La stessa Agenzia delle Entrate può chiudere d’ufficio una Partita Iva se il titolare non ha esercitato, nei tre anni precedenti, alcuna attività di impresa o attività artistiche o professionali. Il contribuente riceve una comunicazione con la quale è informato della chiusura d’ufficio della Partita Iva. Nel caso non la ritenga corretta, può far valere le proprie ragioni rivolgendosi a un ufficio, per fornire la prova della propria qualificazione di soggetto passivo ai fini Iva.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube