L’esperto | Articoli

Consegna della busta paga: ultime sentenze

3 Giugno 2020
Consegna della busta paga: ultime sentenze

Leggi le ultime sentenze su: firma apposta dal lavoratore sulla busta paga; prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione; avvenuta consegna della sola busta paga; obbligo, imposto al datore di lavoro di effettuare i pagamenti delle retribuzioni tramite cedolini paga.

Consegna della busta paga al lavoratore

Non integra il requisito della forma scritta del licenziamento, richiesto dall’art. 2 della L. 15/7/66 n. 604, la consegna al lavoratore della busta paga con indicazione delle competenze di fine rapporto e della data di cessazione del rapporto di lavoro.

Corte appello Firenze, 06/04/2006

L’effettivo pagamento della retribuzione

Le buste paga, ancorché sottoscritte dal lavoratore con la formula “per ricevuta”, costituiscono prova solo della loro avvenuta consegna ma non anche dell’effettivo pagamento, della cui dimostrazione è onerato il datore di lavoro, attesa l’assenza di una presunzione assoluta di corrispondenza tra quanto da esse risulta e la retribuzione effettivamente percepita dal lavoratore, il quale può provare l’insussistenza del carattere di quietanza delle sottoscrizioni eventualmente apposte, fermo restando che l’accettazione senza riserve della liquidazione da parte di quest’ultimo al momento della risoluzione del rapporto può assumere, in presenza di altre circostanze precise, concordanti ed obiettivamente concludenti dell’intenzione di accettare l’atto risolutivo, significato negoziale.

Cassazione civile sez. lav., 14/11/2018, n.29367

Buste paga: la sottoscrizione del lavoratore 

La mera sottoscrizione delle buste paga non è idonea di per sé sola a provare, neppure in via presuntiva, il pagamento, ben potendo la firma del lavoratore significare l’avvenuta consegna della sola busta paga.

Tribunale Paola, 05/12/2019, n.487

La firma apposta dal lavoratore sulla busta paga

La sottoscrizione costituisce prova solo dell’avvenuta consegna della busta paga, ma non del pagamento della cifra indicata.

Tribunale Bari sez. lav., 13/05/2019, n.2047

Firma per ricevuta sulla busta paga: cosa prova?

Le buste paga sottoscritte dal lavoratore con la formula “per ricevuta” costituiscono prova solo della loro avvenuta consegna e non anche dell’effettivo pagamento, che deve essere provato dal datore di lavoro.

Cassazione civile sez. lav., 06/09/2018, n.21699

Obbligo inerente alla consegna del prospetto o busta paga

Avendo le parti convenuto la prosecuzione del rapporto di lavoro almeno sino ai primi giorni del mese, ciò fa sorgere in capo alla datrice di lavoro l’obbligo, previsto dall’art. 1 della L. n. 4 del 1953, di consegna della busta paga relativa a tale ultimo mese in cui il lavoratore ha o avrebbe dovuto prestare servizio, con l’indicazione della durata prevista del rapporto, l’assenza ingiustificata che vi fosse stata del dipendente, nonché le relative trattenute collegate alla stessa e, infine, il dato di consuntivo di quanto fosse dovuto al lavoratore, anche per competenze di fine rapporto.

L’obbligo inerente alla consegna del prospetto o busta paga deve essere adempiuto dal datore di lavoro al momento della corresponsione della retribuzione, come previsto dall’ art. 3 L. n. 4 del 1953. Il datore di lavoro deve utilizzare le medesime modalità di tempo e di luogo per l’adempimento dell’obbligazione pecuniaria e per l’assolvimento dell’obbligo “contestuale” (“all’atto della corresponsione della retribuzione”) di consegna della busta paga, considerato, peraltro, che lo scopo della stessa è quello di far verificare immediatamente la corrispondenza tra quanto scritto sul documento e la retribuzione corrisposta e che, perciò, la consegna della retribuzione e della busta paga avvengono contestualmente.

Tribunale Milano sez. lav., 10/09/2014, n.2553

Pagamenti delle retribuzioni tramite cedolini paga

L’obbligo, imposto al datore di lavoro dalla l. 5 gennaio 1953 n. 4, di effettuare i pagamenti delle retribuzioni tramite cedolini paga, non interferisce in alcun modo con la disposizione di cui all’art. 2955, comma 1, n. 2, c.c., né con quella di cui all’art. 2956, comma 1, n. 1, c.c., in tema di prescrizioni presuntive, attenendo detto obbligo all’aspetto pubblicistico del rapporto di lavoro, in funzione di controllo della regolarità degli adempimenti fiscali e contributivi connessi con il rapporto medesimo, mentre la disciplina delle prescrizioni presuntive riguarda i profili privatistici del rapporto.

Ne consegue che la prescrizione presuntiva si applica anche ai rapporti di lavoro formalizzati per i quali il pagamento della retribuzione è accompagnato da consegna di busta paga, senza che da ciò possa derivare un pregiudizio per il lavoratore, la cui posizione resta garantita dalla declaratoria di incostituzionalità della norma (operata con la sentenza n. 63 del 1966 della Corte cost.) nella parte in cui consentiva che la prescrizione del diritto alla retribuzione decorresse durante il rapporto di lavoro, ferma la possibilità, in sede di giudizio, di deferire alla controparte che abbia eccepito la prescrizione presuntiva il giuramento decisorio.

Cassazione civile sez. lav., 15/09/2009, n.19864

L’omessa consegna del prospetto paga: sanzioni

La consegna al lavoratore del prospetto paga costituisce un adempimento non inerente al collocamento del lavoratore, ma alla fase successiva dell’attuazione del rapporto di lavoro, avente carattere non meramente formale bensì sostanziale, essendo la busta paga una fonte primaria di controllo per la regolarità degli adempimenti laburistici fiscali e contributivi connessi con il rapporto di lavoro.

Ne deriva che la disposizione dell’art. 5 l. n. 4 del 1953, che sanziona l’omessa consegna del prospetto paga, non è stata abrogata dall’art. 116, comma 12, l. n. 388 del 2000, che comporta l’abolizione delle sanzioni amministrative relative, tra l’altro, a violazione di norme sul collocamento di carattere formale.

Cassazione civile sez. lav., 08/08/2007, n.17421

Obbligo del datore di lavoro di consegnare la busta paga

L’obbligo legale del datore di lavoro di consegnare al prestatore di lavoro la busta paga non esclude la legittimità dell’ordine impartito al dipendente di non operare la consegna all’interessato; pertanto, l’inottemperanza all’ordine costituisce illecito disciplinare, ma non presenta gravità tale da legittimare il licenziamento.

Corte appello L’Aquila, 04/07/2002



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Un linguaggio più comprensibile non sarebbe meglio? Altrimenti lo sforzo di chi ha scritto la pagina è pittosto sprecato

    1. Queste sono le ultime sentenze sull’argomento, le pronunce più recenti dei giudici.
      Per maggiori chiarimenti ti consigliamo la lettura dei nostri articoli:
      -Il datore di lavoro è obbligato a consegnare la busta paga? https://www.laleggepertutti.it/353295_il-datore-di-lavoro-e-obbligato-a-consegnare-la-busta-paga
      -Busta paga voci https://www.laleggepertutti.it/356496_busta-paga-voci
      -Busta paga: quali sono le modalità di consegna? https://www.laleggepertutti.it/181108_busta-paga-quali-sono-le-modalita-di-consegna
      -Facsimile richiesta buste paga non consegnate https://www.laleggepertutti.it/392258_facsimile-richiesta-buste-paga-non-consegnate
      -Mancata consegna busta paga senza retribuzione https://www.laleggepertutti.it/279635_mancata-consegna-busta-paga-senza-retribuzione
      -Denuncia mancata consegna buste paga https://www.laleggepertutti.it/279977_denuncia-mancata-consegna-buste-paga

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube