Diritto e Fisco | Articoli

E se rifiuto di fare il test dell’alcol che mi succede?

14 ottobre 2013


E se rifiuto di fare il test dell’alcol che mi succede?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 ottobre 2013



Alcoltest o analisi del sangue: chi si rifiuta viene punito non meno severamente di chi viene trovato positivo al test dell’alcol.

L’automobilista che, dopo un incidente stradale, sia stato condotto in ospedale e lì si rifiuti di fare il test dell’alcol (analisi del sangue o altri strumenti di controllo) viene punito al pari di chi guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe.

È questo il convincimento della Cassazione, chiarito in una sentenza dello scorso mese [1].

La vicenda

Un utente della strada, dopo aver subìto un sinistro ed essere stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso, non aveva acconsentito, un quella sede, a sottoporsi alle prove (richieste dai medici) per verificare il suo grado di alterazione alcolica. Per questo rifiuto immotivato era stato condannato tanto dal giudice di pace, quanto in secondo grado e dalla Cassazione.

La motivazione

Secondo la Suprema Corte, il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sul tasso alcolico è punito di per sé, a prescindere dal fatto che il conducente risulti positivo o meno al test. Infatti il guidatore ha comunque l’obbligo di effettuare il controllo in questione.

Il consiglio

Nel dubbio, non conviene mai rifiutare l’accertamento: infatti, sia che ci si opponga, sia che il test dia esito positivo, scatta comunque la denuncia.

note

[1] Cass. sent. n. 22231 del 27.09.2013.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI