Diritto e Fisco | Articoli

Multa per eccesso di velocità: nulla se manca il cartello che segnala la presenza dell’apparecchio

16 ottobre 2013


Multa per eccesso di velocità: nulla se manca il cartello che segnala la presenza dell’apparecchio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 ottobre 2013



Nulla la multa per eccesso di velocità se il dispositivo mobile non è segnalato dall’agente con un cartello, ma la mancata indicazione nel verbale della presenza del cartello non è una prova sufficiente.

È nulla la multa per eccesso di velocità se il dispositivo mobile non è segnalato dall’agente accertatore con un apposito cartello. Il conducente che voglia ricorrere al giudice contro la multa dovrà provare l’assenza di tale cartello; tuttavia tale mancanza non può essere desunta semplicemente dal fatto che il verbale redatto dall’agente non menzioni la presenza dell’avviso. Insomma, non è necessario che il verbale riporti il tipo di avviso usato dalla stradale per avvertire gli automobilisti.

A fissare questo principio è stato il Tribunale di Milano con una recente sentenza [1] che si discosta da altre di segno completamente opposto (leggi, a fondo articolo, nel box: “Precedenti contrari”)

Come noto, l’amministrazione ha l’obbligo di segnalare preventivamente la presenza di dispositivi di controllo del traffico. Tale obbligo, originariamente previsto solo per i dispositivi utilizzati senza la presenza della stradale, è stato poi esteso [2] a tutti i tipi di controllo, effettuati con apparecchi fissi o mobili: quindi anche ai telelaser gestiti direttamente dagli organi di polizia.

Tuttavia – secondo la sentenza in commento – la prova dell’esistenza di tali meccanismi di segnalazione non può essere messa in dubbio dall’automobilista solo perché di essi non si fa menzione nel verbale impugnato; tale circostanza, infatti, non consente di affermare che questi dispositivi non erano presenti. L’amministrazione – ripete il giudice meneghino – non è tenuta a verbalizzare la presenza e l’esatta distanza tra tali dispositivi e le postazioni di controllo.

note

[1] Trib. Milano, sent. n. 8392/2013.

[2] Art. 3 D.l. 117/07.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. E allora , come si fa a dimostrare l’assenza del cartello indicatore ? Specialmente se , a come si evince dal vostro articolo è qualcosa che può essere messo e poi tolto.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI