Coronavirus: l’obbligo del vaccino che ancora non c’è

18 Aprile 2020
Coronavirus: l’obbligo del vaccino che ancora non c’è

La polemica spacca politici e medici: tutti dovranno farlo. Non esiste. È prematuro. Non mi possono obbligare. È una follia. È un dovere. Deve essere libero.

Continua a far discutere la proposta del vaccino obbligatorio lanciata dal viceministro della Salute, il medico pentastellato Roberto Sileri, che tra l’altro aveva messo in imbarazzo il Movimento 5 Stelle in cui ci sono molte posizioni no-vax o free-vax.

“Vaccino anti-Covid obbligatorio per tutti? Non sappiamo nemmeno se questo virus dà immunità o non la dà… fossi stata in Sileri non avrei fatto una dichiarazione del genere. È prematuro aprire una discussione sull’obbligatorietà di un vaccino che non esiste“, aveva commentato a caldo la senatrice M5S Maria Domenica Castellone, componente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama.

“È un falso problema”, aveva rincarato il senatore pentastellato Giovanni Endrizzi, vicesegretario della stessa Commissione Igiene e Sanità, precisando però “che se oggi avessimo un vaccino, questo sarebbe uno strumento fondamentale per risolvere tutti i problemi che stiamo vivendo. Quindi sì, sarebbe una misura assolutamente ben accolta dai cittadini. Se intervista mille persone, tutte direbbero: ‘non mi devono obbligare, magari lo avessimo il vaccino’. Voglio vedere chi lo rifiuta, il vaccino… L’obbligo in questo caso non è necessario”.

Ma oggi sulla questione interviene il deputato e medico pentastellato Giorgio Trizzino e lo fa soprattutto per contrastare le opinioni di alcuni esponenti no-vax, come Stefano Montanari secondo cui “Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri non sa di cosa parla. Questa malattia non è  vaccinabile, non può esistere un vaccino per un virus che non dà immunità come il Sars-CoV-2″ e come Dario Miedico, che aveva bollato come “follia” il vaccino, precisando “ma non solo obbligatorio, anche facoltativo. Perché non sappiamo assolutamente niente e può essere pericolosissimo”.

Così Trizzino in una nota su Facebook diffusa dall’Adnkronos dichiara: “Siamo punto e accapo con i fantastici no-vax che continuano a diffondere notizie false e tendenziose sulla necessità di vaccinarsi contro il Covid-19. Si fa fatica ad ascoltare simili ottusità da parte di chi non è in possesso di una laurea in Medicina e non ha mai effettuato ricerche validate ma che cavalca spavaldamente una sub-cultura fatta di preconcetti e negazionismo”.

E per chiudere la polemica interna al Movimento, sottolinea: “Lo ripeto e lo ripeterò fino allo sfinimento, come d’altronde ho fatto dall’inizio della legislatura attirandomi qualche critica anche all’interno del Movimento: vaccinarsi è fondamentale e lo sarà ancora di più per un agente infettivo così letale come il coronavirus“.

Per il parlamentare pentastellato “vaccinarsi è un dovere oltre che un diritto e non è una moda o uno slogan politico che si utilizza quando conviene. Ho apprezzato anche io inversioni a U di alcuni miei colleghi che fino ad alcuni mesi addietro erano scettici sull’obbligo vaccinale. Ma meglio tardi che mai! Vaccinarsi contro il Covid-19, una volta che il vaccino sarà disponibile”, conclude Trizzino, “dovrà essere un obbligo per tutti!”.

Rimangono però voci dissonanti, come quella, riportata dall’Adnkronos, del consigliere grillino in Regione Lazio Davide Barillari, noto per le sue posizioni ‘free vax‘ e che di recente aveva lanciato un sito di controinformazione sconfessato dal Movimento: “No all’obbligo per tutti del vaccino anti-Covid. I vaccini devono essere somministrati secondo un’anamnesi personale, in base alle caratteristiche di rischio, diffusione e modalità di contagio. Inoltre dobbiamo tenere conto delle reazioni avverse e dei rischi esistenti,  nonché dell’efficacia, ci sono tante questioni aperte”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube