Diritto e Fisco | Articoli

Denuncia per hashish

21 Aprile 2020 | Autore:
Denuncia per hashish

Spaccio di droghe leggere: com’è punito? Quando la droga è per uso personale? Differenza tra droghe pesanti e droghe leggere.

È cosa nota che lo spaccio di droga sia vietato in Italia e severamente perseguito dalla legge: chi cede sostanze stupefacenti ad altre persone rischia la reclusione per molti anni. L’uso di droghe per il consumo meramente personale o, al più, di gruppo, non costituisce invece reato, ma può essere comunque sanzionato in via amministrativa. Con questo articolo ci occuperemo dell’ipotesi di spaccio o di consumo di un particolare tipo di droga che, comunemente, viene definita leggera: sto parlando dell’hashish. Cosa comporta una denuncia per hashish?

Il tema non può non intersecarsi con quello della differenza tra droghe leggere e droghe pesanti: le prime vengono comunemente ritenute meno pericolose per la salute di chi le assume, mentre le seconde, per via della profonda incidenza sul sistema nervoso e della capacità di creare dipendenza, sono segnalate per la particolare capacità di alterare la percezione di chi le assume. Cosa prevede la legge a riguardo? Com’è punito il possesso e lo spaccio di una droga leggera come l’hashish? Quali sono le conseguenze di una denuncia alle autorità? Scopriamolo insieme.

Droga: quand’è reato?

Secondo il nostro ordinamento giuridico [1], chiunque, senza avere apposita autorizzazione ministeriale, coltiva, produce, fabbrica, estrae, raffina, vende, offre o mette in vendita, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo sostanze stupefacenti, è punito con la reclusione da sei a venti anni e con la multa da 26mila a 260mila euro.

La pena è ridotta (reclusione da sei mesi a quattro anni e multa da 1.032 a 10.329 euro) se la condotta criminosa, per i mezzi, la modalità o le circostanze ovvero per la qualità e quantità delle sostanze, è di lieve entità.

Droga per uso personale

Il consumo personale di sostanze stupefacenti non costituisce reato; in altre parole, la detenzione di droga non è un crimine se la sostanza drogante sia posseduta solo per sé stessi. Classico esempio di droga per uso personale è quello del ragazzo che fuma uno spinello.

Ma come si fa a sapere se la droga rinvenuta nel possesso di una persona sia per uso proprio oppure, al contrario, sia destinata allo spaccio? Ebbene, per comprendere quando la detenzione di droga sia finalizzata alla cessione (e costituisca dunque condotta penalmente rilevante) oppure al consumo personale bisogna guardare al quantitativo e alle modalità del possesso.

Se Tizio viene trovato con dei panetti di droga perfettamente confezionati, è chiaro che essi siano destinati allo spaccio e non al consumo personale.

Secondo la legge, chi fa uso di droghe non commette alcun reato, salvo la possibilità di incorrere in sanzioni amministrative [2], come ad esempio la sospensione o la revoca della patente per chi è colto alla guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, la revoca del porto d’armi, ecc.

Per conoscere tutte le sanzioni amministrative previste dalla legge nel caso di consumo personale di sostanze stupefacenti, ti rinvio alla lettura dell’articolo Droga uso personale: sanzioni.

Droghe leggere: è reato?

L’hashish è sicuramente una sostanza stupefacente e, pertanto, il suo spaccio è punito con la reclusione. Devi sapere, però, che, ai fini dell’entità della pena, c’è differenza tra droghe leggere e droghe pesanti.

Si tratta di una distinzione molto diffusa: le droghe leggere sono quelle (come la marijuana e l’hashish, estratte entrambe dalla cannabis) che presentano un quantitativo di sostanza psicotropa (che sarebbe quella che provoca le alterazioni psicosensoriali e dà dipendenza) minimo; tra le droghe pesanti si annoverano quelle che, al contrario, causano danni e dipendenza anche dopo poche assunzioni (si pensi alla cocaina, al crack, all’eroina, ecc.).

A seguito di una sentenza della Corte Costituzionale[3], in Italia è stata stabilita l’illegittimità dell’equiparazione, sotto il profilo sanzionatorio, delle droghe leggere a quelle pesanti. Possiamo pertanto affermare che lo spaccio di hashish e marijuana non sia punito come lo spaccio di cocaina: quest’ultimo è sanzionato più severamente del primo.

Ma attenzione: lo spaccio delle droghe leggere resta sempre e comunque reato! Cambia solamente il trattamento sanzionatorio.

Spaccio hashish: com’è punito?

A seguito della declatoria di incostituzionalità della legge Fini-Giovanardi che equiparava le droghe pesanti a quelle leggere, oggi la legge italiana prevede che:

  • per lo spaccio di droghe leggere come l’hashish, la pena sia della reclusione da due a sei anni e della multa da euro 5.164 a euro 77.468;
  • per la cessione di droghe pesanti, invece, la pena è molto più elevata, poiché va dai sei ai venti anni di reclusione [4], oltre alle multa da 26mila a 260mila euro.

Droga: quando il fatto è di lieve entità?

È il caso di ricordare che, secondo la legge, quando lo spaccio, la cessione o qualsiasi altra condotta penalmente rilevante, per i mezzi, la modalità o le circostanze dell’azione ovvero per la qualità e quantità delle sostanze, è di lieve entità, le pene sono decisamente più miti: si tratta della reclusione da sei mesi a quattro anni e della multa da euro 1.032 a euro 10.329.

Tizio viene trovato in auto con bilancino, carta stagnola e coltellino, nonché con un quantitativo davvero minimo di hashish. In questo caso, tenuto conto della natura della sostanza stupefacente e del quantitativo irrisorio, si possono applicare le pene previste per i fatti di lieve entità.

Denuncia per hashish: cosa comporta?

Una denuncia per cessione o illecito possesso di hashish può avere conseguenze molto drastiche:

  • innanzitutto, si potrebbe essere arrestati in flagranza di reato;
  • in secondo luogo, in attesa della celebrazione del procedimento penale, potrebbe essere comminata una misura cautelare, quale gli arresti domiciliari o la custodia in carcere;
  • la condanna potrebbe essere severa, come visto nei paragrafi precedenti;
  • in ogni caso, la droga rinvenuta verrebbe sequestrata dalla polizia, analizzata nei laboratori e poi distrutta.

Bisogna però precisare che una denuncia per hashish, se riguarda un quantitativo minimo di droga posseduta, potrebbe condurre a pene lievi, idonee perfino a essere coperte dalla sospensione condizionale.


note

[1] Art. 73, d.P.R. n. 309/1990.

[2] Art. 75 d.P.R. n. 309/1990.

[3] Corte Cost., sent. n. 32/2014 del 12.02.2014.

[4] Corte Cost., sent. n. 40/2019.

Autore immagine: Canva.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube