Cronaca | News

Coronavirus: Conte cambia idea sul Mes

22 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: Conte cambia idea sul Mes

Il premier in Parlamento: porre il veto sarebbe fare un torto ad altri Paesi che potrebbero averne bisogno. Sì alla linea francese sugli eurobond.

Bisogna fare di necessità virtù. Sembra essere questo il principio che ha ispirato Giuseppe Conte a cambiare idea sul Mes, il tanto discusso Meccanismo europeo di stabilità al quale finora ha sempre detto di no (picchiando anche il pugno sul tavolo del Consiglio europeo) e al quale, ora, dice «ni».

Se fino a qualche giorno fa si parlava di veto italiano al Mes, ora questo atteggiamento è molto meno rigido. Lo ha detto lo stesso presidente del Consiglio nell’informativa al Parlamento: «Dire di no – ha spiegato Conte – sarebbe fare un torto a quei Paesi che ne vogliono fare ricorso e ne hanno bisogno, anche se resto convinto che serva altro». Insomma, bisogna fare di necessità virtù, appunto.

Resta da capire, ha aggiunto il premier, come verrà costruito il Pandemic Crisis Support, cioè la nuova linea di credito che fa riferimento al Meccanismo europeo di stabilità modificato dal Consiglio europeo per utilizzare fino al 2% del Pil, nel caso italiano, con l’unica condizione che si tratti di spese sanitarie legate all’emergenza coronavirus: «Bisogna attendere l’elaborazione dei documenti predisposti per erogare questa linea di credito», ha precisato Conte. «Solo allora potremo discutere se il relativo regolamento può essere o meno opportuno agli interessi nazionali». Ad ogni modo, il premier ha promesso che su questo tema l’ultima parola spetterà al Parlamento.

Il presidente del Consiglio ha anche assicurato che l’Italia appoggerà la linea francese sugli eurobond finanziati dal bilancio comune dell’Unione europea: «Abbiamo chiesto di integrarla in modo da rispondere più puntualmente ai requisiti che riteniamo imprescindibili. Da ultimo è stata presentata una proposta spagnola che pure, ma con qualche suggerimento di variazione, potremmo appoggiare per la sua conformità alle nostre finalità».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube