Coronavirus: numero e app utili per le vittime di violenza

23 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: numero e app utili per le vittime di violenza

Il numero rosa 1522, antiviolenza e anti stalking; l’App 1522, disponibile su IOS e Android; l’App “Youpol” per inoltrare messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato.

Il Coronavirus sta registrando più vittime di quante immaginiamo. Non ci riferiamo solo ai contagi e ai decessi, ma ai reati che si consumano fra le mura domestiche. In particolare, ci riferiamo alla violenza sulle donne. Ci riferiamo a tutte quelle donne che subiscono maltrattamenti, umiliazioni, insulti restando chiuse nella propria abitazione. L’unico luogo che dovrebbe farle sentire al sicuro, e protette dal contagio, invece, rappresenta una prigione, in quanto le vittime sono maggiormente esposte al rischio di violenza e maltrattamenti.

Il nostro Sistema sanitario nazionale mette a disposizione delle donne una rete di servizi sul territorio, ospedalieri e ambulatoriali, socio-sanitari e socio-assistenziali, anche attraverso strutture facenti capo al settore materno-infantile, come il consultorio familiare per assicurare un modello integrato di intervento.

Uno dei luoghi in cui più frequentemente è possibile intercettare la vittima di violenza è il Pronto Soccorso. Per la tempestiva e adeguata presa in carico delle donne vittime di violenza che si rivolgono al Pronto Soccorso sono state adottate le specifiche Linee Guida nazionali per le Aziende sanitarie e le Aziende ospedaliere in tema di soccorso e assistenza socio-sanitaria.  Nei Pronto Soccorsi è stato avviato un corso per formare operatori sanitari su prevenzione, cura e assistenza alle donne vittime di violenza.

Le richieste di aiuto arrivate ai Centri antiviolenza

Da quanto emerge dai dati Istat, in Italia, il 31,5% delle donne ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Le forme più gravi di violenza sono esercitate da partner, parenti o amici. Il 43,9% degli omicidi sono commessi da un partner.

Nonostante l’emergenza sanitaria, le case rifugio e i centri antiviolenza sono aperti. Al 16 aprile, ai centri antiviolenza sono pervenute 1200 richieste di aiuto in più.

Donne vittime di violenza: numeri e App

Il numero rosa 1522, antiviolenza e anti stalking fornisce assistenza e supporto 24 ore su 24.

L’App 1522, disponibile su IOS e Android, consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto e informazioni in sicurezza, senza correre il rischio ulteriore di essere ascoltate dai loro aggressori.

L‘App “Youpol”, realizzata dalla Polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo, è stata estesa anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche. Con l’app è possibile trasmettere in tempo reale messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni sono automaticamente georeferenziate, ma l’utente può modificare il luogo in cui sono avvenuti i fatti. Dall’app è possibile chiamare direttamente il NUE e dove non è ancora attivo risponderà la sala operativa 113 della questura. Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla sala operativa della questura competente per territorio.



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube