Coronavirus: numero e app utili per le vittime di violenza

23 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: numero e app utili per le vittime di violenza

Il numero rosa 1522, antiviolenza e anti stalking; l’App 1522, disponibile su IOS e Android; l’App “Youpol” per inoltrare messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato.

Il Coronavirus sta registrando più vittime di quante immaginiamo. Non ci riferiamo solo ai contagi e ai decessi, ma ai reati che si consumano fra le mura domestiche. In particolare, ci riferiamo alla violenza sulle donne. Ci riferiamo a tutte quelle donne che subiscono maltrattamenti, umiliazioni, insulti restando chiuse nella propria abitazione. L’unico luogo che dovrebbe farle sentire al sicuro, e protette dal contagio, invece, rappresenta una prigione, in quanto le vittime sono maggiormente esposte al rischio di violenza e maltrattamenti.

Il nostro Sistema sanitario nazionale mette a disposizione delle donne una rete di servizi sul territorio, ospedalieri e ambulatoriali, socio-sanitari e socio-assistenziali, anche attraverso strutture facenti capo al settore materno-infantile, come il consultorio familiare per assicurare un modello integrato di intervento.

Uno dei luoghi in cui più frequentemente è possibile intercettare la vittima di violenza è il Pronto Soccorso. Per la tempestiva e adeguata presa in carico delle donne vittime di violenza che si rivolgono al Pronto Soccorso sono state adottate le specifiche Linee Guida nazionali per le Aziende sanitarie e le Aziende ospedaliere in tema di soccorso e assistenza socio-sanitaria.  Nei Pronto Soccorsi è stato avviato un corso per formare operatori sanitari su prevenzione, cura e assistenza alle donne vittime di violenza.

Le richieste di aiuto arrivate ai Centri antiviolenza

Da quanto emerge dai dati Istat, in Italia, il 31,5% delle donne ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Le forme più gravi di violenza sono esercitate da partner, parenti o amici. Il 43,9% degli omicidi sono commessi da un partner.

Nonostante l’emergenza sanitaria, le case rifugio e i centri antiviolenza sono aperti. Al 16 aprile, ai centri antiviolenza sono pervenute 1200 richieste di aiuto in più.

Donne vittime di violenza: numeri e App

Il numero rosa 1522, antiviolenza e anti stalking fornisce assistenza e supporto 24 ore su 24.

L’App 1522, disponibile su IOS e Android, consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto e informazioni in sicurezza, senza correre il rischio ulteriore di essere ascoltate dai loro aggressori.

L‘App “Youpol”, realizzata dalla Polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo, è stata estesa anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche. Con l’app è possibile trasmettere in tempo reale messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni sono automaticamente georeferenziate, ma l’utente può modificare il luogo in cui sono avvenuti i fatti. Dall’app è possibile chiamare direttamente il NUE e dove non è ancora attivo risponderà la sala operativa 113 della questura. Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla sala operativa della questura competente per territorio.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube