Diritto e Fisco | Articoli

Si può annullare un vaglia postale?

29 Luglio 2020 | Autore:
Si può annullare un vaglia postale?

Vaglia: cos’è e a cosa serve? Tipologie di vaglia postale: ordinario, circolare e veloce. Annullamento vaglia postale: come si fa?

Gli strumenti di pagamento alternativi al denaro contante di certo non mancano; anzi: possiamo affermare che la cosiddetta moneta elettronica abbia di fatto soppiantato la vecchia moneta cartacea. Le ragioni sono evidente: le transazioni di oggi hanno bisogno di mezzi veloci e adeguati alle moderne tecnologie. Peraltro, è la legge stessa che impone di munirsi di strumenti che consentano la tracciabilità dei pagamenti. Tra i mezzi che permettono uno spostamento di danaro sicuro e veloce v’è senz’altro il vaglia. Con questo articolo ci occuperemo di uno specifico aspetto, e cioè di come si può annullare un vaglia postale.

Il vaglia è un titolo di credito che consente di effettuare un pagamento senza dover ricorrere al contante: semplicemente, con il vaglia si ordina alle Poste di pagare una determinata somma al beneficiario. I vantaggi sono evidenti: velocità e sicurezza della transazione; praticamente nessun rischio di furti o truffe. Mettiamo il caso che tu, dopo aver disposto un pagamento a mezzo vaglia a favore di un soggetto, decida di ripensarci e di non effettuare più l’operazione. È possibile annullare un vaglia postale? Entro quanto tempo? Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura.

Vaglia postale: cos’è?

Come anticipato in premessa, il vaglia è un titolo di credito che permette di effettuare un pagamento senza usare la moneta contante.

Per la precisione, il vaglia postale è un servizio di Poste Italiane che permette di trasferire denaro tra due persone anche se queste non hanno un conto corrente bancario o postale.

Il vaglia postale può essere fatto recandosi direttamente presso l’ufficio postale oppure online e via App; in questi due ultimi casi, però, è necessario avere un conto corrente BancoPosta.

Vaglia postale: come si fa?

Chiunque può disporre di un vaglia postale, anche colui che non ha un conto BancoPosta (cioè, un conto corrente postale).

Per effettuare un vaglia senza avere un conto postale bisogna semplicemente recarsi presso il più vicino ufficio postale, portate con sé un documento di identità valido e il codice fiscale, compilare l’apposito modulo del vaglia postale e consegnarlo all’impiegato, assieme al denaro che si vuole inviare.

In alternativa al denaro contante, i soldi possono essere prelevati da una carta di credito oppure da una carta prepagata.

Se, invece, si è in possesso di un conto BancoPosta, si potranno disporre il prelievo del denaro necessario direttamente dal conto stesso.

Il costo del vaglia postale emesso allo sportello è di sei euro.

Chi ha un conto BancoPosta può disporre autonomamente un vaglia direttamente dalla propria area personale in internet, senza recarsi alle Poste.

Vaglia postale: tipologie

Esistono diversi tipi di vaglia postale; i più diffusi sono il vaglia postale ordinario, il vaglia postale circolare e il vaglia postale veloce. Analizziamoli insieme.

Vaglia postale ordinario: cos’è?

Il vaglia ordinario è quello che abbiamo sinora analizzato. Esso può essere disposto anche senza avere un conto corrente (bancario o postale) e può essere inoltrato da qualsiasi ufficio postale.

Poste Italiane si impegna a consegnare il vaglia al beneficiario entro tre o quattro giorni; il destinatario avrà almeno due anni di tempo per la riscossione della somma.

Se il vaglia non viene ritirato o ci sono altri problemi, è previsto il rimborso al mittente in caso di compiuta giacenza, irreperibilità o rifiuto da parte del beneficiario. Il rimborso al beneficiario è previsto anche in caso di smarrimento, distruzione o sottrazione del titolo previa presentazione di denuncia presentata alle autorità competenti.

Vaglia postale circolare: cos’è?

Il vaglia circolare ha le stesse caratteristiche del vaglia ordinario; la differenza sta nel fatto che questo tipo di vaglia può essere consegnato personalmente al beneficiario, senza che della spedizione se ne incarichino le poste.

Il vaglia postale circolare può essere ordinato solo presso un ufficio postale, con pagamento in contanti o addebito su un conto corrente BancoPosta. Non è possibile pertanto disporre un vaglia postale circolare mediante accesso alla propria area personale in internet.

Il beneficiario può riscuotere il vaglia presso qualsiasi ufficio postale. Può riscuoterlo in contanti o versarlo sul conto corrente BancoPosta.

I rimborsi sono eventualmente previsti al mittente se il vaglia non viene consegnato; al beneficiario, invece, solo in caso di smarrimento, distruzione o sottrazione del titolo (previa presentazione di denuncia alle autorità competenti).

Vaglia postale veloce: cos’è?

Il vaglia postale veloce è un trasferimento di denaro in cui i fondi sono spostati in modo immediato.

Per inviare un vaglia veloce il mittente compila il modulo scegliendo una parola chiave, composta da una serie di caratteri. Questa parola chiave dovrà poi essere comunicato al beneficiario, insieme al numero di riferimento del vaglia e all’importo. Il vaglia veloce può essere riscosso dal destinatario che dovrà comunicare tutte le informazioni all’ufficio postale.

Il rimborso al mittente del vaglia non riscosso è previsto al decorso di 30 giorni dalla richiesta.

Vaglia postale ordinario: si può annullare?

Con il vaglia postale si dispone il trasferimento di una somma di danaro. È possibile ripensarci e annullare l’operazione? In altre parole: si può annullare un vaglia postale?

La risposta è positiva: l’annullamento del vaglia postale è possibile, purché sia effettuato nel giorno stesso della transazione.

In altre parole, puoi chiedere di annullare il vaglia solamente in giornata, cioè nello stesso giorno in cui l’hai disposto.

Per la precisione, l’annullamento della transazione è possibile solo entro la giornata e presso l’ufficio postale di accettazione.

Vaglia postale circolare: si può annullare?

La stessa regola vale per il vaglia postale circolare. In questo caso, però, l’annullamento della transazione è possibile solo entro la giornata di accettazione con la restituzione del vaglia da parte del mittente.

Vaglia postale veloce: si può annullare?

L’annullamento del vaglia postale veloce è il più difficile da attuare, in quanto può essere annullato dal mittente solo nella stessa giornata in cui si è richiesta l’emissione e a condizione che lo stesso non risulti già pagato al beneficiario.


note

Autore immagine: Canva.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube