Tech | Articoli

Come annullare una mail inviata

27 Aprile 2020
Come annullare una mail inviata

Annullare una mail inviata è difficile ma non impossibile e dipende dal server di posta elettronica che utilizzi.

Quante volte ti è capitato di inviare una mail per sbaglio o incompleta e volerla annullare? Probabilmente almeno una volta nella vita, se stai leggendo questo articolo. Purtroppo, una mail è simile alla parola: come una parola una volta detta non può essere più rimangiata, così una mail inviata non può essere annullata. Ma, appunto, come abbiamo detto, è simile, non identica. Ciò perché in realtà c’è un modo per annullare le e-mail inviate, ma devi configurare in precedenza in un determinato modo il tuo server di posta elettronica oppure puoi scegliere di utilizzare un servizio di posta elettronica. Cosa vuol dire? Che se non hai modificato in precedenza le impostazioni o non hai scelto quel servizio, ora non c’è nulla da fare ma la buona notizia, che ti sarà utile in futuro, è che grazie a questa guida imparerai come annullare una mail inviata.

Pronto? Cominiciamo!

Perché non si può annullare una mail inviata?

La mail nella generalità dei casi non può essere annullata perché, una volta che viene inviata, il tuo client di posta elettronica ne invia una copia al server di posta elettronica del destinatario, uscendo così dalla tua sfera di disponibilità. Ciò vuol dire che perdi ogni possibilità di controllarla, in parole molto semplici.

Alcuni servizi di posta elettronica però ti offrono la possibilità di richiamarla indietro.

Come annullare una mail inviata con Gmail

Se utilizzi Gmail per gestire la tua posta elettronica sei fortunato perché hai la possibilità di richiamare indetro la tua mail entro un arco di tempo limitato dall’invio.

Per prima cosa, connettiti alla pagina Gmail e inserisci i dati del tuo account, utilizzando come nome utente il tuo indirizzo e-mail e come password quella che hai scelto durante la fase di registrazione.

Una volta effettuato l’accesso, si caricherà la pagina principale (dove trovi tutta la posta in arrivo). Se guardi bene, in alto a destra, sotto il tuo avatar (l’immagine personale o le tue iniziali se non hai scelto alcuna immagine del profilo), puoi individuare una rotellina grigia, l’icona delle impostazioni. Fai click sull’ingranaggio.

In questo modo, hai accesso alle impostazioni del tuo account di posta elettronica. Seleziona “Generali” e vedrai che la quarta voce, subito dopo “lingua”, “numeri di telefono” e “dimenisioni massime della pagina” è, appunto “annulla invio“. Accanto a questa voce è riportata la scritta “Periodo di annullamento dell’invio: 5 secondi”. Cinque secondi è certamente un tempo fin troppo breve ma, tramite il menù a tendina, puoi estenderlo fino a trenta secondi.

Anche trenta secondi, è chiaro, non è un termine molto esteso, soprattutto se si considera che tante volte ci si può accorgere di aver commesso un errore nell’invio anche ore dopo. In quest’ultimo caso, quindi, non ci sarà altra alternativa che inviare una mail di rettifica.

Completata questa operazione, cosa devi fare la prossima volta che vorrai annullare una mail inviata? Una volta scritta e dopo aver compilati i campi riservati all’indirizzo e-mail del destinatario e all’oggetto del messaggio, fai click su “Invia”.

Nell’angolo in basso a sinistra, a questo punto, compararirà un riquadro nero con la scritta “Messaggio inviato” e, accanto, “Annulla” o “Visualizza messaggio”. Cliccando su “annulla” entro il limite di tempo che hai impostato (cinque, dieci, venti o trenta secondi), sarai quindi in grado di annullare la mail appena inviata, come testimoniato dal messaggio di conferma “Invio messaggio annullato” che comparirà nel riquadro nero.

Come richiamare una mail inviata con Microsoft Outlook 

Se il tuo server e quello del destinatario del messaggio sono entrambi connessi con Microsoft Exchange non solo puoi annullare una mail inviata, ma puoi anche sostituirla con un’altra sempre che, ovviamente, il destinatario non abbia già letto la mail. Affinché venga eliminato il messaggio, infatti, è necessario che risulti ancora tra i messaggi non letti della posta in entrata.

Vediamo come effettuare l’operazione di richiamo della mail.

Avvia l’applicazione Outlook Desktop. Sulla parte sinistra dello schermo, trovi il menu di navigazione con le varie cartelle. Fai click su “Posta inviata” e poi doppio click sulla mail che hai intenzione di annullare/richiamare.

A questo punto, comparirà la mail che hai inviato. Seleziona ora la voce “Azioni” (che trovi al centro della barra di navigazione posta sopra il testo del tuo messaggio) per aprire il menu a tendina e poi fai click su “Richiama il messaggio”. Fatto ciò, un messaggio pop up ti metterà davanti a due possibili scelte: puoi eliminare il messaggio non letto oppure eliminare il messaggio non letto e decidere di sostituirlo con un altro messaggio. Fai la tua scelta e quindi premi “OK”.

Non avrai dubbi sul fatto che l’operazione sia andata a buon fine o meno perché Outlook provvederà a inviarti una mail per informati dell’esito positivo o negativo del richiamo. Tieni presente che anche il destinatario del messaggio potrebbe essere avvisato del richiamo.

Annullare una mail inviata tramite Yahoo!Mail

Se utilizzi Yahoo!Mail puoi annullare la mail inviata solo se utilizzi l’applicazione per lo smartphone. In questo caso non dovrai cambiare alcuna impostazione in quanto la possibilità di annullare una mail inviata è già prevista di default. Non appena avrai inviato il tuo messaggio, infatti, avrai la possibilità di annullarla entro pochi secondi semplicemente premendo “Annulla” sul pop up che comparirà sullo schermo.

Se invii le tue mail dal computer, invece, come avrai capito, non c’è modo di annullare una mail subito dopo averla inviata.

Come annullare una mail con altri servizi di posta elettronica?

A meno che non utilizzi Gmail, Outlook o Yahoo!Mail versione mobile, quindi, non potrai annullare le e-mail inviate. Per questo motivo, l’unico modo per non commettere errori è rileggere sempre attentamente i tuoi messaggi prima di inviarli. Potrebbe sembrare eccessivamente prudente, ma potresti anche pensare di salvare i messaggi come bozza per poterli ricontrollare con calma in un secondo momento.

Le e-mail che valore hanno in sede giudiziale?

Presta sempre particolare attenzione alle e-mail che invii perché queste, nell’ambito del processo civile, hanno piena efficacia di prova. Il messaggio di posta elettronica, infatti, costituisce un documento informatico che contiene la rappresentazione di atti, dati o fatti giuridicamente rilevanti. Per tale motivo, qualora tu voglia contestarlo, devi disconoscerne la conformità ai fatti o ai dati medesimi.

In questo contesto, tuttavia, il disconoscimento non comporta l’inutilizzabilità della prova come accade con la prova documentale tradizionale: il giudice, infatti, può decidere di avvalersene ugualmente fondando la propria decisione sulle presunzioni. Questo ti aiuta a comprendere che l’invio di una mail non è un comportamento irrilevante o comunque neutro per il mondo del diritto, sebbene non sia presente alcuna norma che ne sancisce il valore legale.

A riprova di ciò, basti pensare che l’unica normativa allo stato esistente riguarda esclusivamente la posta elettronica certificata (pec). La pec viene equiparata ad una tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno ed è in grado di provare l’invio del messaggio, data e orario di spedizione e di ricezione, il contenuto e l’eventuale presenza di allegati.

Per approfondire il tema puoi consultare questi due articoli: Email: è prova? e Prova documentale mail: ultime sentenze.

Attenzione a ciò che si scrive su sms ed e-mail: GUARDA IL VIDEO



1 Commento

  1. Una volta di più un articolo utilissimo de “La legge per tutti”… Quant’è vero… Provare per credere…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube