Cronaca | News

Coronavirus: bagni al mare, passeggiate ed altre novità

26 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: bagni al mare, passeggiate ed altre novità

Si può già fare un tuffo ma se si abita in località balneari e senza sostare in spiaggia. Dal 4 maggio, via libera ai funerali. Termoscanner nelle stazioni.

Finalmente da ieri è possibile fare il bagno al mare, dopo molte settimane di quarantena obbligatoria per l’emergenza coronavirus. Ma potrà andare in spiaggia soltanto chi abita in una località di mare. Il Governo ricorda che «è sempre possibile svolgere l’attività motoria in prossimità della propria abitazione principale, o comunque di quella in cui si dimora dal 22 marzo 2020, con la conseguenza che è ammesso, per coloro che abitano in luoghi montani, collinari, lacustri, fluviali o marini — e sempre che non si tratti di soggetto per il quale è fatto divieto assoluto di mobilità in quanto sottoposto alla misura della quarantena o risulti positivo al virus — effettuare tale attività in detti luoghi (ivi compreso fare il bagno al mare/fiume/lago) purché individualmente e comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona».

Questo è un «sì» al bagno in mare o nel lago, ma è anche un «no» a piazzare asciugamano e ombrellone nella spiaggia o nella battigia per trascorrere l’intera giornata. In ogni caso, precisa ancora il Governo, queste attività sono consentite «senza che si renda quindi necessario l’utilizzo di mezzi di locomozione pubblici o privati, né significativi spostamenti».

Per il parco, bisognerà invece attendere il 4 maggio. Come abbiamo già anticipato, tra una settimana si potrà fare una passeggiata in coppia all’interno della propria Regione e senza l’obbligo di autocertificazione. L’uscita non dovrà essere, pertanto, vincolata a restare nei pressi della propria abitazione e sarà consentita ad un massimo di due adulti insieme e con i figli. Bisognerà, però, camminare e non sostare in un determinato posto, a meno che non venga mantenuta la distanza di sicurezza.

Sarà anche possibile fare visita ad un familiare o ad un amico, sempre mantenendo le distanze e indossando i dispositivi di sicurezza ma senza «comprovati motivi».

Altra novità: dal 4 maggio verrà consentito celebrare i funerali. Chi finora ha perso una persona cara e non ha potuto fare la cerimonia funebre in chiesa, potrà organizzare una messa di suffragio alla quale, però, potranno partecipare soltanto i parenti stretti.

Infine, il Governo conferma l’utilizzo di termoscanner nelle stazioni ed agli ingressi delle metropolitane. Chi avrà una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi non potrà salire sui treni o sugli altri mezzi di trasporto.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube