Cronaca | News

Coronavirus: l’elenco completo di chi riapre

27 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: l’elenco completo di chi riapre

Il documento da scaricare con tutti i codici Ateco di chi riprenderà il 4 maggio. Ma alcune attività prendono il via già oggi in alcune regioni.

Le prime aperture, dopo tante settimane di chiusura forzata per l’emergenza coronavirus, arrivano oggi. Non fanno parte di quelle previste dal Governo per il 4 maggio, ed annunciate ieri sera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ma di quelle stabilite singolarmente da alcune Regioni. In Toscana, ad esempio, riprendono i lavori di manutenzione per le ditte tessili. In Veneto, è già possibile la vendita con consegna del «take away» in negozio, nelle pasticcerie e nelle gelaterie, anche dal finestrino dell’auto, come nei fast food delle catene americane. Lo stesso vale per il Friuli Venezia Giulia, ma con ordinazione da remoto. Sempre in questa regione è consentito fino al 3 maggio il lavoro artigianale per la manutenzione delle imbarcazioni da diporto, mentre dal 27 aprile si potranno realizzare, anche appoggiandosi ad un artigiano, interventi di manutenzione a bordo di imbarcazioni da diporto all’ormeggio e attività di sistemazione delle darsene. Infine, in Lombardia dal 29 aprile riprenderanno i mercati all’aperto che faranno rispettare la distanza di sicurezza e le misure di protezione individuale, come mascherine e guanti.

Il grosso delle riaperture, però, arriverà in tutto il Paese con l’inizio ufficiale della fase 2 dell’emergenza, previsto per il 4 maggio. Tante le attività che potranno riprendere, soprattutto industriali e del commercio all’ingrosso, ma potranno riaprire altri settori, come quello delle agenzie immobiliari. Nell’elenco (puoi scaricare tutti i codici Ateco delle attività che riprenderanno il 4 maggio) non ci sono i negozi al dettaglio, che dovranno attendere il 18 maggio, e nemmeno bar e ristoranti, che potranno riaprire il 1° giugno. Ai ristoratori sarà, però, consentito fare delle consegne non solo a domicilio ma anche presso i propri locali, a patto che i clienti entrino uno per volta e consumino il cibo a casa o in ufficio. Nella stessa data, cioè il 1° giugno, potranno tirare su di nuovo la saracinesca parrucchieri ed estetisti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube