Diritto e Fisco | Articoli

Sequestrabile la casa coniugale anche se assegnata alla ex moglie

15 Ottobre 2013
Sequestrabile la casa coniugale anche se assegnata alla ex moglie

La casa coniugale è sequestrabile anche se fa parte degli alimenti e del mantenimento.

L’abitazione dell’indagato per frode fiscale può essere sottoposta a confisca nonostante sia stata assegnata alla ex moglie come oggetto del diritto mantenimento

A dirlo è la Cassazione con una sentenza dello scorso mese [1].

Non si può dunque evitare il provvedimento di sequestro solo per il fatto che, con la sentenza di separazione, il giudice ha assegnato l’abitazione dell’indagato alla ex moglie come oggetto del diritto al mantenimento. Né serve il fatto che, insieme alla donna, viva anche la figlia minore.

Se ne deve così andare dall’abitazione affidatale dal tribunale il coniuge assegnatario dell’immobile; inutile la sua difesa secondo cui l’abitazione non può essere sottoposta a sequestro perché vincolata a finalità alimentari verso il coniuge separato (e la figlia minore).


note

[1] Cass. sent. n. 39425 del 24.09.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube