Contro il Coronavirus si testa un farmaco antitumorale

28 Aprile 2020
Contro il Coronavirus si testa un farmaco antitumorale

Autorizzato in Spagna lo studio per capire se il medicinale può essere efficace nella lotta al Covid-19.

Un nuovo studio, in Spagna, per saggiare gli effetti sui malati di Coronavirus di Aplicov-PC con Aplidin* (plitidepsina), farmaco autorizzato per curare il mieloma multiplo in Australia e in alcuni paesi dell’Asia. Ci informa della novità una nota dell’agenzia di stampa Adnkronos. Servirà per valutare il profilo di sicurezza e l’efficacia di tre dosi di plitidepsina in pazienti Covid-19 che richiedono il ricovero in ospedale.

Tre ospedali della comunità di Madrid parteciperanno allo studio. Tre coorti di pazienti con tre diversi livelli di dose saranno inclusi nello studio, per valutare l’efficacia e la sicurezza della plitidepsina a ogni livello di dose somministrata ai pazienti ammessi al Covid-19.

In questa prima fase saranno inclusi 27 pazienti, ai quali saranno somministrate queste tre diverse dosi. La carica virale dei pazienti sarà misurata prima e dopo il trattamento, così come una serie di parametri di evoluzione clinica. Se i risultati saranno positivi in questa prima fase, lo studio continuerà con la dose ottimale, dopo aver parlato con il regolatore, e con una coorte di pazienti più ampia.

Il 13 marzo, la società aveva già annunciato i risultati degli studi in vitro della plitidepsina nel Coronavirus umano HCoV-229E, che ha un meccanismo di moltiplicazione e propagazione molto simile a quello della Sars-CoV-2, in quanto entrambi utilizzano la proteina eEF1A per riprodursi. Gli studi sono stati realizzati presso il Centro nazionale di biotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo.

La plitidepsina agisce bloccando la proteina eEF1A, presente nelle cellule umane, che viene utilizzata dalla Sars-CoV-2 per riprodursi e infettare altre cellule. Grazie a questo blocco, si impedisce la riproduzione del virus all’interno della cellula e quindi la sua diffusione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube