Cronaca | News

App Immuni: perché i Servizi indagano sulla Cina

29 Aprile 2020 | Autore:
App Immuni: perché i Servizi indagano sulla Cina

Gli appetiti sulla società che ha realizzato il prodotto portano a Honk Kong: la pista cinese seguita dagli 007 e dal Copasir.

Forse non ci sbagliavamo a ipotizzare che la nuova app Immuni per tracciare i contatti dei potenziali contagiati avrebbe sollevato dei problemi non solo in materia di privacy ma anche di sicurezza. Ci chiedevamo sin dall’inizio: “chi gestirà i dati dei nostri spostamenti?” avendo notato che nella società che l’ha realizzata, la Bending Spoons, ci sono partecipazioni importanti, anche straniere. E tra queste adesso spunta la Cina. Lo rivela un’inchiesta del quotidiano La Stampa di oggi a firma di Fabio Martini, che ricostruisce lo scenario. Si parte dal fondo di investimento cinese NuoCapital che possiede alcune quote sociali e si arriva nel “porto profumato” di Hong Kong.

Ma l’inchiesta giunge in Oriente insieme ai nostri servizi segreti, che avrebbero fiutato la pista e ora stanno cercando di capire se davvero la Cina potrebbe aver allungato le mani sul nuovo strumento traccia contatti che nei programmi del Governo servirà a informare chi nei suoi spostamenti ed incontri è venuto a contatto con una persona positiva al Covid-19. Gli indizi sono diversi, anche se mancano di precisione, come l’omonimia tra un manager cinese presente nella Bending ed un alto funzionario del partito comunista cinese.

La pista di indagine seguita dai nostri 007 si intreccia e si irrobustisce con un filone collaterale, che riguarda l’interesse manifestato dai cinesi di Hong Kong, insieme ai francesi, per la Borsa italiana: anch’essa, infatti, come la Bending Spoons che ha creato Immuni, è una società che potrebbe essere acquistata da soggetti stranieri. Ovviamente, la nostra Borsa, come la app Immuni, è un forziere di informazioni preziose, che riguardano nel primo caso i titoli quotati e nel secondo le vicende private dei cittadini nei loro incontri ed il loro stato di salute.

Secondo La Stampa, gli “appetiti” cinesi su queste nostre società si nutrono anche del fatto che l’ombrello della golden power, il meccanismo di protezione delle società italiane da scalate ostili e che durante la crisi Covid-19 il Governo ha esteso alle aziende made in Italy del settore agroalimentare e bancario lascia scoperte le acquisizioni europee di società private e blinda invece soltanto quelle pubbliche. C’è il rischio concreto, quindi, che molte società italiane, come quella che ha creato la app Immuni potrebbero passare di mano e, una volta varcate le frontiere nelle quote di partecipazione, prendere il volo oltreoceano, arrivando anche ad essere possedute dai cinesi.

Così il Copasir, il nostro Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, sta giocando d’anticipo. Vuole vederci chiaro e pensa che la questione coinvolge la sicurezza nazionale sin dal momento in cui lo Stato ha stipulato con la società privata il contratto di concessione gratuita senza però fornire dettagli né sui metodi seguiti per selezionare il soggetto né sul modo in cui l’app avrebbe funzionato.

Il Comitato ha quindi deciso di convocare in audizione il ministro della Salute, Roberto Speranza, il direttore ed il vicedirettore del Dis (Dipartimento informazioni e sicurezza) e la ministra dell’Innovazione, Paola Pisano. Però, mentre i primi tre si sono presentati ieri alla Camera a rendere le loro dichiarazioni (i cui contenuti sono ancora top secret), la quarta ha declinato l’invito a presentarsi (ma è stata riconvocata, per il 5 maggio, stavolta insieme al Commissario Arcuri). Eppure era proprio lei che avrebbe potuto spiegare il punto di maggior interesse, quello dell’esistenza di un documento secretato sull’epidemia Coronavirus. Ed anche a rivelare le implicazioni connesse alla app Immuni, che comunque anche senza il contributo informativo della ministra stanno emergendo a poco a poco.

Infatti, proprio ieri, il Commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri, ha iniziato a svelare i contenuti ed i tempi di rilascio di Immuni, dunque quando potrà essere scaricata sugli smartphone e come funzionerà; mentre oggi si apprende dal capo della task force Domenico Colao che non arriverà prima di maggio.

Evidentemente molte cose devono essere messe ancora a punto nell’applicazione, nel modo di utilizzarla e nei soggetti che la gestiranno, oppure si preferisce ancora non rivelarle. Quello che è certo è che Immuni dovrebbe costituire uno dei perni per arrivare alla prossima Fase 2/B quindi il suo ruolo, insieme a quello della società privata italiana che ne ha realizzato il codice e ne svilupperà le componenti applicative, diventa ancor più centrale; così come cresce il suo valore e la necessità di proteggerla con tutti gli strumenti adeguati. Compresa la chiarezza.


2 Commenti

  1. Solo due parole: sarò diffidente sia di natura sia per vita vissuta, MA NON CI VEDO AFFATTO CHIARO… Personalmente, al di là delle sensazioni che fiutiamo un po’ tutti quanti, non ho elementi di giudizio oggettivi o “segreti”, ma se una verità incontrovertibile c’è, qualcuno è in grado di illuminarci obbiettivamente “raccontandoci” con la maggior precisione possibile il “rovescio della medaglia”?

    1. Spiegare non è facile poichè il governo gioca sul creare confusione, in ballo c’è l’economia (MES, ECC..) Tecnologia. 5G, App, braccialetti elettronici, microchip, ecc…farmaceutica (Bill Gates) vaccini contenenti nanotecnologie, mercuri, rame ecc… (you tube ; i risultati scioccanti delle analisi di 4 vaccini in commercio già fatti ai bambini), che dirti, a Montecirotio parlano di (youtube : a Montecitorio ed in Senato parlano di transumanesimo, salti quantici, e nuova umanità ogm), in poche parole Bill Gates ha in progetto di depopolarizzare il pianeta eliminando la popolazione creando un virus e poi un vaccino al fine di eliminare la popolazione a favore dell’èlite massonica, satanica. vedi su you tube pizza gate, ecc…. ho dato degli indizzi, ora tocca a te cercarti la verità, eè in atto un progetto a livello mondiale, so che può sembrare pazzesco, lo è anche per me.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube