Coronavirus: nuovi bonus in arrivo

29 Aprile 2020 | Autore:
Coronavirus: nuovi bonus in arrivo

Fino a 200 euro per l’acquisto di bici e monopattini. Aiuti a edicolanti e testate online. Agevolazioni fiscali sugli investimenti pubblicitari.

Il Governo sta valutando la possibilità di inserire dei nuovi bonus sia per aiutare qualche categoria penalizzata dall’emergenza coronavirus e non ancora inclusa nelle agevolazioni decise fino ad oggi, sia per contribuire ad evitare la diffusione dei contagi.

Una prima agevolazione riguarda gli spostamenti dei cittadini, ora che con l’inizio della fase 2 e la riapertura di molte aziende saranno in tanti a doversi muovere da casa al lavoro. La preoccupazione del Governo è che si possano creare in certi orari degli affollamenti su bus, tram e metropolitane. Per questo, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha annunciato l’arivo di un bonus da 200 euro per l’acquisto di monopattini e biciclette. «Vogliamo incentivare modalità alternative e sostenibili, soprattutto nelle aree metropolitane – spiega la ministra – dove l’uso dei mezzi pubblici e delle automobili private non sarà agevolmente praticabile come in passato, promuovendo una nuova cultura della mobilità urbana». In tale contesto, continua De Micheli, sono allo studio «forme di incentivazione economica come il buono mobilità alternativa pari a 200 euro per ogni acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, e di veicoli a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini, nonché i servizi di mobilità condivisa a uso individuale. E ancora, la previsione di bike lane e di linee di arresto avanzato per le stesse rispetto alle auto, a tutela della sicurezza per i cosiddetti utenti deboli della strada».

Oltre a quello dei trasporti, un secondo filone su cui si concentra il lavoro del Governo è quello dell’informazione. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Andrea Martella, annuncia un doppio intervento destinato a questo settore. Il primo, un bonus una tantum per i titolari delle edicole, finora esclusi da altre forme di sostegno, in modo tale da riconoscere loro «i maggiori oneri correlati allo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria», spiega Martella.

Allo stesso modo, è stato «ampliato ed esteso il credito di imposta per le edicole, raddoppiandone l’importo massimo e portandolo a copertura di spese prima non previste, tra cui anche quelle per la consegna a domicilio dei giornali», aggiunge il sottosegretario, che prosegue: «L’emergenza ha evidenziato come la consegna a domicilio dei giornali debba ritenersi un servizio essenziale soprattutto per la fascia di popolazione – gli anziani e i bambini – più colpita dalle limitazioni di movimento imposte dalle misure di contenimento del contagio. La scelta di molte edicole di svolgere questo lavoro di prossimità, portando a casa dei clienti giornali e anche prodotti editoriali per i bambini, è stata importante e merita di essere valorizzata attraverso uno specifico sostegno pubblico».

Martella, inoltre, ha annunciato la volontà del Governo di includere nel prossimo decreto un credito di imposta ad hoc per le testate digitali con una forma di sostegno, perché – ammette il sottosegretario – «le testate online hanno svolto e stanno svolgendo un presidio informativo rilevante nell’emergenza sanitaria ed è opportuno introdurre una forma di sostegno ad esse mirata».

Infine, è stato modificato il credito di imposta per gli investimenti pubblicitari, già in vigore a regime come incentivo agli investimenti incrementali sull’anno precedente, in una misura applicabile per l’anno in corso all’investimento complessivo. «Stiamo lavorando, in vista del prossimo decreto, per rafforzarlo – ha concluso Martella – ampliando la percentuale della spesa ammessa al beneficio fiscale e incrementando corrispondentemente le risorse poste a copertura».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube