Cronaca | News

Coronavirus in laboratorio, così finisce il complotto

30 Aprile 2020
Coronavirus in laboratorio, così finisce il complotto

Secondo l’intelligence statunitense che sta indagando in proposito, l’origine del Covid-19 non sarebbe artificiale.

Potremmo definirla l’ultima puntata della guerra verbale Stati Uniti-Cina sull’origine del Coronavirus. Abbiamo visto come, nelle scorse settimane, l’America di Donald Trump abbia sferrato l’attacco al gigante asiatico, responsabile, a dire degli Stati Uniti, non solo di aver partorito il virus forse in un laboratorio di Wuhan, ma anche di aver orchestrato una campagna di disinformazione che non avrebbe permesso al mondo di comprendere la portata della minaccia Covid e di difendersi (leggi gli articoli: Coronavirus, una nuova indagine sui laboratori di WuhanCoronavirus, Nyt: «Ecco come la Cina diffonde il panico»).

Ora i servizi segreti americani “depongono le armi”. È di oggi un comunicato di cui ci mette al corrente l’agenzia di stampa Adnkronos, diramato dall’ufficio del Direttore della national intelligence (Dni). Nella nota è scritto che l’intelligence americana che, evidentemente, ha già fatto almeno alcune verifiche, ritiene che il Coronavirus non sia di origine artificiale“.

Fine della teoria complottista, dunque (leggi gli articoli: Coronavirus, indagine Cnn sul “complotto in laboratorio”Coronavirus, quell’allarme Usa sui laboratori di Wuhan). Ma restano almeno altre due opzioni, come evidenzia il comunicato, che specifica che la Dni “continuerà a vagliare le informazioni per capire se provenga da un contatto con animali o da un incidente di laboratorio“.

Nei giorni scorsi Trump aveva fatto riferimento nuovamente alla teoria, non dimostrata, che il Covid-19 possa essere frutto di un errore di un centro di ricerca di Wuhan.

“L’intera comunità dell’intelligence – si legge sul comunicato – ha costantemente dato un sostegno cruciale ai politici americani e a chi affronta il Covid-19, che è originato in Cina. La comunità d’intelligence concorda anche con l’ampio consenso del mondo scientifico che il Covid-19 non sia stato realizzato dall’uomo o geneticamente modificato. La comunità dell’intelligence continuerà a esaminare rigorosamente le informazioni e le notizie d’intelligence che arriveranno per determinare se l’epidemia è iniziata attraverso il contatto con animali infetti o se è stata il risultato di un incidente nel laboratorio di Wuhan“.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. E’ come vi ho scritto tempo fa e sopratutto come conferma di quanto hanno detto da subito i nostri professori scienziati italiani.
    Cordiali saluti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube