Moduli | News

Coronavirus: ecco la nuova autocertificazione da scaricare

3 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus: ecco la nuova autocertificazione da scaricare

Il nuovo modello da compilare dal 4 maggio 2020.

Cambia ancora il modulo dell’autocertificazione. Con l’ultimo Dpcm del 26 aprile, da domani 4 maggio prenderà il via la Fase 2. Saranno consentiti anche gli incontri coi congiunti su cui è stato sollevato un polverone negli ultimi giorni. Oggi, finalmente, la nuova circolare del Viminale ha precisato che sono ricompresi nella definizione “i coniugi, i rapporti di parentela, affinità e di unione civile, nonché le relazioni connotate ‘da duratura e significativa comunanza di vita e di affetti”.

Secondo le Faq pubblicate sul sito del Governo,  i “congiunti” a cui fa riferimento il Dpcm del 26 aprile comprendono: “i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge)”.

L’importante è continuare a rispettare il divieto di assembramento, il distanziamento di sicurezza interpersonale di almeno un metro e utilizzare i dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie.

Per giustificare gli spostamenti, i cittadini dovranno compilare il nuovo modello di autodichiarazione e, in caso di eventuale controllo, dovranno consegnarlo alle autorità sotto la propria responsabilità, civile e penale. L’autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e potrà essere compilata al momento del controllo.

In questo articolo vi forniamo il nuovo modulo dell’autocertificazione della fase 2 disponibile sul sito del ministero dell’Interno per gli spostamenti consentiti dal 4 maggio. Ricordiamo che può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali.

Nella prima parte dell’autocertificazione, occorre inserire le proprie generalità: nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, domicilio, numero di documento d’identità, numero di telefono; con la consapevolezza delle conseguenze penali previste in caso di dichiarazioni mendaci a pubblico ufficiale (art. 495 Codice penale).

Nel nuovo modulo bisogna dichiarare:

  • di non essere sottoposto alla misura della quarantena ovvero di non essere risultato positivo al COVID-19(fatti salvi gli spostamenti disposti dalle Autorità sanitarie);
  • che lo spostamento è iniziato da ________ (indicare l’indirizzo da cui è iniziato) con destinazione ______;
  • di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna ed adottate ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n.19, concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale;
  • di essere a conoscenza delle ulteriori limitazioni disposte con provvedimenti del Presidente delle Regione ______________________________ (indicare la Regione di partenza) e del Presidente della Regione ______________________________ (indicare la Regione di arrivo) e che lo spostamento rientra in uno dei casi consentiti dai medesimi provvedimenti __________________________________________(indicare quale);
  • di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19;
  • che lo spostamento è determinato da:
    • o – comprovate esigenze lavorative;
    • o – assoluta urgenza;
    • o – situazione di necessità;
    • motivi di salute.

A questo riguardo, dichiara che __________________.

Clicca qui per scaricare il nuovo modulo dell’autocertificazione della fase 2.


11 Commenti

  1. Così a guardatelo pare un falso. Cita ancora il decreto del 22 marzo 2020.

    Siamo sicuri non sia una sola?

  2. Questo è il vecchio datato 26 marzo 2020
    Oggi siamo al 01.05.2020 ci dovrebbe essere il nuovo con uso al 04.05.2020

    1. Non è vero… Io ho scaricato proprio da questo articolo la nuova autodichiarazione. Loro sono sempre aggiornati. Impeccabili nel dare le notizie. Forse hai cliccato sul 26 marzo. Devi cliccare alla fine dell’articolo su “Clicca qui per scaricare il nuovo modulo dell’autocertificazione della fase 2”.

  3. Visto che siamo tra persone che “masticano” bene la legge, dovreste sapere che l’autodichiarazione (E NON L’AUTOCERTIFICAZIONE!) è fondamentalmente illegale (sull’argomento sono stati scritti numerosi articoli da professionisti di chiara fama e cultura giuridica).
    Ovviamente, mettersi a discutere sul tema con l’agente che ti ferma è un’inutile perdita di tempo; ma sul modulo che porto con me ho aggiunto, in calce, la seguente frase: “Pro bono pacis il sottoscritto compila il presente modulo, ma si riserva di contestare nei modi e nelle sedi opportune le riportate norme cui si fa riferimento (DPR 445/00 e art. 495 c.p.) e su cui si fonda”.

  4. Salve ho una domanda sul nuovo decreto che entrerà in vigore il 4 maggio. Un genitore (famiglia) puo spostarsi dal proprio comune verso un altro dove c’è il figlio che risiede nella seconda casa dei genitori. Sperò di poter avere un chiarimento perchè vedo un pò di confusione nel decreto grazie

  5. Non ho firmato niente, non firmo nessuna dichiarazione e nessun verbale, in questo paese l’unica cosa che è vera è che il caprame dorme atrofizzato davanti alle tv, ma che pensano che arriva il messia a salvarli? Se non vi ribellate a questa dittatura, vuol dire che vi stà bene, dunque non lamentatevi e da brave pecore seguite il pastore, si quello dei vaccini che vi porteranno dritti al cimitero, insieme al 5G, buona fortuna poplino di zombi non pensanti!

  6. Ormai, ho la collezione di queste autocertificazioni. Che poi, quando l’hanno pubblicata sul sito del ministero? Il 3 maggio, cioè un giorno prima dell’inizio della fase 2. Quando ci hanno chiarito chi erano i congiunti? Sempre il 3 maggio, mentre sui giornali e in tv si diceva tutto il contario di tutto. Fortunatamente, ho seguito voi perché so quanto siete affidabili e so che ci tenete sempre aggiornati sulle novità. ma non è possibile che il governo sollevi questi dubbi e non chiarisca subito. ma mi sembra un tantino esagerato aspettare solo il 3 maggio, dal 26 aprile che è sucito il decreto, per chiarire chi posso andare a trovare e chi no…insomma, un gran caos

  7. Per me queste autodichiarazioni sono carta straccia. Me lo dessero loro che glielo compilo il modulo al momento. non posso stampare mille fogli

  8. Autocertificazioni o autodichiarazioni…quelle che sono,devo portarle sempre con me. Però, il governo dice che non devo dire il nome del congiunto che vado a trovare però vuole sapere esattamente dove vado. alla fine cambia poco

  9. Siete sempre puntuali nel fornirci le informazioni di cui abbiamo bisogno. Nemmeno il tempo di uscire sul sito del ministero che voi avevate già scritto un articolo. Continuerò a seguirvi perché fornite un servizio puntuale a tutti noi… e siete molto più chiari di chi dovrebbe parlare da altre posizioni istituzionali.

  10. Cioè io sono venuto a conoscenza di questo modello solo il 3 maggio, cioè un giorno prima dell’inizio della fase 2. Al governo, dovrebbero essere un po’ più organizzati. non è giusto che ci tengano con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo per le informazioni su cosa possiamo fare o meno e poi scrivano cose incomprensibili e ci rispondono con le faq. nemmeno le autorità sanno cosa dirci a volte… mah… in ogni caso, voi siete tra le fonti che ritengo essere attendibili e precise.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube