HOME Articoli

Lo sai che? Il genitore affidatario può trasferirsi coi figli in un’altra città?

Lo sai che? Pubblicato il 30 dicembre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 30 dicembre 2013

Possibile il trasferimento in un’altra città, purché, dopo aver rimodulato le modalità di visita dei genitori, i figli possano continuare a vedere l’altro genitore.

 

La legge consente la possibilità che il genitore affidatario o collocatario della prole si trasferisca in un’altra città per valide ragioni, come per esempio, per questioni lavorative.

Tuttavia, in questo caso, il giudice o, di comune accordo, gli ex coniugi, devono rivedere la regolamentazione dell’affidamento, onde consentire ai figli di continuare ad avere rapporti e frequentazioni con entrambi i genitori.

A questo proposito, secondo la Cassazione [1], nel modificare le condizioni di separazione dei coniugi, il giudice può rimodulare i periodi in cui il genitore può tenere presso di sé il figlio di cui è disposto l’affidamento condiviso, in relazione alla nuova situazione determinatasi. Il che, per esemplificare, significa che, in caso di trasferimento del genitore affidatario, potrebbero non essere più possibili le visite alternate all’interno della stessa settimana o i week end a settimane alterne, ma si dovranno stabilire dei periodi in cui, comunque, i figli, facendo ritorno alla precedente residenza, possano rivedere l’altro genitore.

note

[1] Cass. sent. n. 6339 del 21.03.2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI