Reddito di cittadinanza: l’accesso diventa più ampio

2 Maggio 2020
Reddito di cittadinanza: l’accesso diventa più ampio

Estesi i requisiti per richiedere il sussidio: la soglia Isee sale a 10mila euro, il patrimonio immobiliare a 50mila e quello mobiliare a 8mila.

Maglie più larghe per l’accesso al Reddito di cittadinanza durante l’emergenza Coronavirus: i requisiti vengono allargati per comprendere una platea più ampia di beneficiari, quelli colpiti dalla crisi economica e sociale determinata dalla pandemia di Covid-19

Lo prevede la bozza del nuovo decreto legge che il Governo si accinge a varare, anticipata dalla nostra agenzia stampa Adnkronos. Le norme in arrivo disciplineranno le domande di Reddito di cittadinanza presentate dal 1° luglio 2020 sino al 30 ottobre 2020. Infatti per i periodi precedenti il decreto Cura Italia aveva già sospeso le condizionalità.

Ecco come il nuovo intervento estenderà i requisiti di accesso: innanzitutto la soglia Isee, il valore da non superare per poter beneficiare del sussidio, verrà incrementata dagli attuali 9.360 euro fino a 10.000 euro.

Inoltre, sale anche la soglia del valore del patrimonio immobiliare, arrivando a 50mila euro rispetto agli attuali 30mila. Infine, il patrimonio mobiliare (liquidità su conti correnti, depositi e investimenti) cresce da 6mila ad 8mila euro, oltre agli incrementi già previsti in relazione al numero dei componenti del nucleo familiare.

La bozza del decreto prevede anche che i percettori di Reddito di cittadinanza (come anche i beneficiari di ammortizzatori sociali, Naspi e Dis-coll) potranno stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine non superiori a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici previsti, nel limite di 2mila euro per l’anno 2020.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube