Meno tasse e più aiuti alle imprese nel decreto Maggio

4 Maggio 2020 | Autore:
Meno tasse e più aiuti alle imprese nel decreto Maggio

Il ministro Gualtieri annuncia le nuove misure a favore di chi ha subìto un danno economico dall’emergenza coronavirus.

Cambia il nome ma non l’intenzione. Il decreto Aprile è diventato, per forza di cose, il decreto Maggio. Dovrebbe essere approvato questa settimana, tra mercoledì e giovedì. A meno che le nuove regole europee sugli aiuti di Stato, che dovrebbero vedere la luce verde domani sera, non costringano il Governo a rimandare ancora. Il provvedimento su cui il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, continua a discutere con i partiti di maggioranza, ha già comunque due punti saldi: ridurre le tasse ed aumentare gli aiuti ai titolati di imprese, bar, negozi o di qualsiasi attività penalizzata dall’emergenza coronavirus.

Tanto per cominciare, ha spiegato oggi Gualtieri, «ci saranno misure importanti a sostegno della capitalizzazione delle imprese più grandi», coinvolgendo in alcuni casi la Cassa Depositi e Prestiti. Per quanto riguarda le piccole e medie imprese, è in via di definizione «un modello molto ambizioso che potrà, da una parte, garantire con incentivi adeguati l’afflusso dei finanziamenti e del risparmio verso le pmi e la loro ricapitalizzazione, e per lo Stato di concorrere con un contributo a questa ricapitalizzazione sia per l’assorbimento delle perdite che per la ricapitalizzazione». Il tutto, chiarisce il ministro, «senza alcun intento di nazionalizzazione o di intervenire nella loro governance. Ci sarà un contributo diretto a fondo perduto modulato in base alle perdite di fatturato maggiore rispetto agli altri Paesi europei, con un minimo per tutti».

Sempre a favore delle piccole e medie imprese, potrebbero tornare alla ribalta i piani individuali di risparmio lanciati senza grande successo dai precedenti governi.

Gualtieri annuncia anche l’arrivo «del ristoro integrale del costo sopportato per tre mesi per l’affitto di tutte le imprese, di qualsiasi natura e dimensioni, che abbiano subito un calo del fatturato», insieme ad un intervento di eliminazione degli oneri fissi per le bollette. Provvedimenti che si cumuleranno ai sostegni diretti alle imprese e non li sostituiranno.

Al vaglio del Mef, inoltre, un credito d’imposta per gli investimenti già nel 2020 ed un anticipo delle misure per la semplificazione delle procedure. Il ministro vorrebbe pure nel decreto l’esonero per bar e ristoranti dal pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico, la Tosap, dei maggiori spazi occupati per rispettare il necessario distanziamento sociale. In cantiere anche un credito di imposta specifico per le imprese che devono affrontare investimenti in questo senso, soprattutto alberghi, ristoranti e bar.

Infine, ci sarà un rafforzamento di ecobonus e sisma-bonus, sia elevando la percentuale sia dando la possibilità di sconto in fattura e cessione del credito per migliorare la resilienza del territorio al rischio sismico.

Quello che, invece, non ci sarà è il condono fiscale, più volte richiesto dall’opposizione e, in particolare, da Matteo Salvini. Tali misure, ha tagliato corto Gualtieri, «non rientrano tra le linee politiche di azione di questo Governo».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube