L’esperto | Articoli

Validità del testamento: ultime sentenze

15 Giugno 2020
Validità del testamento: ultime sentenze

Leggi le ultime sentenze su: validità del testamento; incapacità di testare a causa di incapacità di intendere e di volere; demenza e stesura del testamento in un momento di lucido intervallo; guida della mano del testatore da parte di terzi.

Validità del testamento pubblico

Ai sensi degli artt. 2 e 4 della legge 3 febbraio 1975, n. 18, i non vedenti hanno, in linea di principio, la capacità di sottoscrivere gli atti che li riguardano, sicché, ai fini della validità del testamento pubblico, la dichiarazione del testatore di non poter firmare perché cieco, seppur trasfusa nell’atto dal notaio rogante, è insufficiente, occorrendo anche che essa sia veridica, in quanto, altrimenti, il testamento è nullo per difetto di sottoscrizione.

Cassazione civile sez. II, 09/04/2014, n.8346

Stabile demenza dopo il testamento

In tema di incapacità di testare a causa di incapacità di intendere e di volere al momento della redazione del testamento, il giudice del merito può trarre la prova dell’incapacità del testatore dalle sue condizioni mentali, anteriori o posteriori, sulla base di una presunzione, potendo l’incapacità stessa essere dimostrata con qualsiasi mezzo di prova; conseguentemente, quando l’attore in impugnazione abbia fornito la prova di una condizione di permanente e stabile demenza nel periodo immediatamente susseguente alla redazione del testamento, poiché in tal caso la normalità presunta è l’incapacità, spetta a chi afferma la validità del testamento la prova della sua compilazione in un momento di lucido intervallo.

Cassazione civile sez. II, 22/10/2019, n.26873

Validità del testamento olografo in presenza di errori

Laddove la data apposta ad un testamento olografo, anche attraverso l’intervento del giudice, rimanga comunque oscura, si dovrà concludere per l’inesistenza del requisito; al contrario, se attraverso indizi risultanti dallo stesso documento, appaia possibile provvedere ad un’operazione di correzione che restituisca un senso alla data, deve potersi affermare che la scheda rispetti i requisiti formali di cui all’art. 602 c.c.

Tribunale Torino sez. II, 02/05/2019, n.2103

Validità del testamento per incapacità naturale del de cuius

La fattispecie relativa alla validità del testamento per incapacità naturale del de cuius non rientra nell’ambito delle azioni riguardanti lo stato e la capacità delle persone, pertanto, l’intervento del Pubblico Ministero relativamente a detta ipotesi resta facoltativo.

Cassazione civile sez. VI, 10/07/2017, n.17024

Requisito di regolarità e validità del testamento

Il testamento – olografo o pubblico che sia – non deve necessariamente contenere, a pena di nullità, le indicazioni catastali e di configurazione degli immobili cui si riferisce, essendo invece sufficiente, per la validità dell’atto, che tali beni siano comunque identificabili senza possibilità di confusioni, salva la necessità – non attinente, peraltro, ad un requisito di regolarità e validità del testamento – che gli eredi, in sede di denuncia di successione e di trascrizione del testamento medesimo, indichino specificamente gli immobili predetti, menzionandone dati catastali, confinazioni ed altro.

Cassazione civile sez. II, 23/01/2017, n.1649

Disposizioni di carattere non patrimoniale

L’atto contenente disposizioni di carattere esclusivamente non patrimoniale può essere qualificato testamento purché di questo abbia contenuto, forma e funzione, la quale ultima, in particolare, consiste nell’esercizio, da parte dell’autore, del proprio generale potere di disporre “mortis causa”. Se non si ravvisa l’intento di dotare la dichiarazione di effetti “mortis causa”, essa è ricondotta a mera enunciazione “inter vivos” e non è produttiva di effetti immediati.

Cassazione civile sez. II, 02/02/2016, n.1993

Testamento olografo privo di data certa: è annullabile?

In tema di validità del testamento olografo, nel caso in cui il testatore, in seno ad una scheda testamentaria priva di data, affermi che il testamento è stato redatto nello stesso giorno di un avvenimento ancora da verificarsi (come il suicidio), essa deve considerarsi priva della data prescritta dall’art. 602 c.c. e, perciò, il testamento è annullabile ai sensi dell’art. 606, comma 2, dello stesso codice.

Cassazione civile sez. II, 11/11/2015, n.23014

Conformità della scheda alla volontà del testatore

La guida della mano del testatore da parte di una terza persona esclude, di per sé, il requisito dell’autografia, indispensabile per la validità del testamento olografo, a nulla rilevando l’eventuale corrispondenza del contenuto della scheda rispetto alla volontà del testatore ed essendo ultroneo verificare se la “mano guidante” sia intervenuta (come nella specie) su tutta la scheda testamentaria o se la parte non interessata dal suo intervento rappresenti una compiuta manifestazione di volontà.

Cassazione civile sez. VI, 06/11/2013, n.24882

L’onere di provare la validità del testamento

Nell’ipotesi prevista dalla norma dell’art. 591, comma 3, c.c., la prova dell’incapacità di testare deve essere fornita con ogni mezzo in modo rigoroso e specifico dalla parte che l’abbia dedotta, restando alla controparte l’onere di provare la validità del testamento perché redatto dall’incapace in un momento di lucido intervallo.

Tribunale Roma, 14/07/2012, n.14565

Requisiti essenziali per la validità del testamento olografo

Ai sensi dell’art. 602, comma 1 c.c., l’autografia e la sottoscrizione, unitamente alla data, costituiscono requisiti essenziali per la validità del testamento olografo: la presenza di tali elementi nella scheda testamentaria si rende necessaria, infatti, al fine di assicurare la personalità delle disposizioni del de cuius e, più precisamente, per valutare l’integrale autenticità del documento – escludendo eventuali manomissioni e falsificazioni – e per garantire la corrispondenza delle dichiarazioni alla volontà del testatore.

L’autografia deve concernere ogni elemento del negozio testamentario e non solamente la sottoscrizione, per cui le disposizioni di ultima volontà debbono essere vergate per intero dal testatore; pertanto in assenza del requisito formale indicato, il testamento deve ritenersi nullo, ex art. 606 comma 1, c.c. e, quindi, privo di qualsiasi efficacia.

Tribunale Torino sez. II, 09/07/2019, n.3385

La guida della mano del testatore da parte di una terza persona

La guida della mano del testatore da parte di una terza persona esclude, di per sé, il requisito dell’autografia, indispensabile per la validità del testamento olografo, a nulla rilevando l’eventuale corrispondenza del contenuto della scheda rispetto alla volontà del testatore ed essendo ultroneo verificare se la “mano guidante” sia intervenuta (come nella specie) su tutta la scheda testamentaria, trattandosi di condotta in ogni caso idonea ad alterare la personalità ed abitualità del gesto scrittorio e tale da condizionare l’accertamento della validità del testamento alla verifica di ulteriori circostanze – quali l’effettiva finalità dell’aiuto del terzo o la corrispondenza del testo scritto alla volontà dell’adiuvato – che minerebbero le finalità di chiarezza e semplificazione alla base della disciplina del testamento olografo.

Cassazione civile sez. VI, 06/03/2017, n.5505



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube