Coronavirus e Rc auto: come cambiano le tariffe in Fase 2

6 Maggio 2020
Coronavirus e Rc auto: come cambiano le tariffe in Fase 2

Ad aprile è proseguita la discesa dei prezzi, ma ora la tendenza inizia a invertirsi. Come rinnovare la polizza in scadenza a condizioni favorevoli? 

Inizia ad aumentare il costo delle polizze Rc auto in Italia dopo il grosso calo dovuto alla diminuzione della circolazione di veicoli durante la Fase 1 dell’emergenza Coronavirus.

Durante il mese di marzo gli effetti del lockdown avevano abbassato le tariffe (che erano diminuite mediamente dell’8,05% su base annua e ad aprile, come ha rilevato l’osservatorio Rc auto di Facile.it, il calo è stato stato ancora più forte, con un eloquente -15,04% rispetto allo stesso mese 2019.

In valori assoluti significa che, lo scorso mese, per assicurare un veicolo a quattro ruote come una normale autovettura occorrevano, in media, 463,74 euro, vale a dire 82 euro in meno rispetto ad aprile 2019.

La tendenza è stata misurata analizzando un campione di oltre 800.000 preventivi raccolti da Facile.it nel corso dei mesi di aprile 2020 e 2019 e delle quotazioni offerte da un panel di compagnie che rappresentano,considerando i premi totali raccolti, circa il 55% del mercato italiano della Rc Auto.

«Come avevamo previsto, il calo rilevato a marzo era solo l’inizio di un trend al ribasso ancora più importante confermato dai dati di aprile», spiega all’Adnkronos Diego Palano, Managing Director assicurazioni di Facile.it. Ma il fenomeno non durerà a lungo: secondo l’esperto « con buona probabilità la curva si invertirà presto soprattutto perché, con l’interruzione graduale della quarantena, il numero di veicoli in circolazione – e con esso quello dei sinistri – tornerà ad aumentare».

Infatti lo straordinario calo dei prezzi è dovuto essenzialmente al lockdown imposto dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Questo ha comportato, ma solo nei mesi di marzo e aprile, un drastico calo dei veicoli in circolazione e dei sinistri stradali che ha influito sui meccanismi di calcolo dei premi assicurativi consentendo un forte risparmio ai clienti con polizze in scadenza.

Ora però con il progressivo ritorno alla normalità che sta avvenendo in Fase 2, avviata il 4 maggio, questi due parametri – fondamentali per il calcolo delle tariffe assicurative da parte delle compagnie -torneranno presto a crescere. Facile.it ritiene che questo comporterà «inevitabili rincari a scapito degli automobilisti».

Ecco perché, spiegano gli esperti del comparatore di prezzi e tariffe, il consiglio per tutti coloro che hanno una polizza in scadenza è di «rinnovare l’assicurazione ora, anche se il veicolo non viene utilizzato, mettendosi al riparo da futuri aumenti». Secondo le stime di Facile.it, dal dal 1° marzo al 30 aprile risultavano in scadenza le coperture Rc di circa 5,3 milioni di vetture per assicurare le quali, quindi, si è aperta una concreta possibilità di spendere notevolmente meno.

Per approfondire sulle condizioni di rinnovo della polizza Rc auto e per conoscere anche la proroga di validità dell’assicurazione auto durante l’emergenza Coronavirus leggi anche: Rinnovo assicurazione auto in periodo Coronavirus.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube