Diritto e Fisco | Articoli

Filmare di nascosto è reato?

10 Maggio 2020
Filmare di nascosto è reato?

Privacy: è possibile filmare una persona di nascosto a condizione che non si trovi a casa propria o nel proprio ufficio/studio. 

Un nostro lettore ci ha chiesto se filmare di nascosto è reato. Non ci viene specificato tuttavia in quale occasione debba avvenire la registrazione, dinanzi a quali soggetti e per quali finalità. Si tratta invece di dati molto importanti che potrebbero influenzare la risposta. 

Ciò ci impone di fare un chiarimento molto ampio sulla materia, analizzando tutte le possibili situazioni in cui si può ritenere lecito filmare di nascosto e quelle in cui invece è da ritenere vietato. Ma procediamo con ordine.

Quando filmare di nascosto è sempre vietato

In alcuni casi, filmare di nascosto una persona costituisce una violazione delle norme sulla privacy e, pertanto, la condotta integra un reato. In altri casi, però, la condotta è tollerata se lo scopo di chi registra è quello di tutelare un proprio diritto e, quindi, di produrre il file in tribunale. 

È sempre vietato filmare il volto di persone che non vogliono essere riprese e, ancor di più, pubblicare il relativo filmato. Così, per esempio, non si può azionare la telecamera in una manifestazione pubblica facendo dei primi piani sui partecipanti o utilizzarla all’interno di un mezzo pubblico (un treno, un autobus).

È altresì vietato filmare le forze dell’ordine intente a svolgere attività coperte da segreto istruttorio. Fuori da questo caso si può filmare un vigile che esegue una multa o svolge altre attività del proprio ruolo.

Non si può filmare una persona in casa propria o nelle adiacenze della stessa come il pianerottolo, il giardino o il garage. 

Di recente, la Cassazione ha equiparato l’auto al domicilio ove pertanto qualsiasi interferenza è vietata. Quindi, chi aziona il video/registratore all’interno della macchina altrui, in veste di passeggero, commette reato.

Alla casa è equiparato il pianerottolo e le parti comuni del condominio. Non si può, quindi, puntare una telecamera in direzione della porta di casa del proprio vicino per vedere cosa fa e controllarne gli spostamenti. 

Allo stesso modo, non si può filmare la strada pubblica ove passano le persone, neanche se lo scopo è una videosorveglianza per proteggersi dai ladri.  

È consentito puntare una telecamera dal balcone in direzione di un terrazzo adiacente appartenente a un’altra persona, ma lo zoom non deve essere tale da poter entrare anche all’interno dell’appartamento. Insomma, la telecamera può riprendere solo ciò che già l’occhio umano vede. 

Non si può filmare di nascosto una persona nel proprio studio professionale, così come non si può usare il registratore audio/video in un ufficio privato non aperto al pubblico (si pensi al capo reparto di un grande magazzino che abbia un proprio stanzino ove lavora al computer). 

Pertanto, non si può filmare l’avvocato o il medico quando ricevono i clienti, ma si può usare il registratore in un negozio ove i clienti entrano ed escono o in un centro commerciale, trattandosi in questo caso di luogo privato aperto al pubblico.  

Non si può filmare di nascosto un collega di lavoro, nel proprio ufficio o comunque in azienda, a meno che tale attività serve per esercitare un proprio diritto. Il che significa che il filmato può essere solo utilizzato per essere prodotto alla polizia, ai carabinieri, alla Procura della Repubblica o dinanzi a un giudice civile.

Lo stesso discorso vale nei confronti del datore di lavoro: le registrazioni o i video fatti sul luogo di lavoro sono validi solo se necessari alla tutela dei propri diritti. 

Di recente, la Cassazione ha ritenuto lecito il comportamento della colf  “in nero” che, nonostante si trovasse a casa del proprio datore di lavoro, abbia ripreso le proprie attività in modo da precostituirsi la prova del rapporto irregolare. 

Non si può filmare di nascosto una persona se lo scopo è quello di deriderla magari inoltrando il file in una chat in modo che sia condiviso da altre persone. 

Quando si può filmare una persona di nascosto?

Fuori dai casi che abbiamo appena indicato è sempre legale filmare di nascosto una persona allo scopo di acquisire la prova di una conversazione. Dunque, è lecito utilizzare il registratore – anche se video – in un bar, in una strada, in un ristorante, in una metropolitana avendo cura tuttavia di non diffondere poi il file a terzi.

Lo scopo della registrazione, quindi, deve essere unicamente la tutela dei diritti e giammai la diffamazione o anche un’accusa in pubblico.

Ad esempio, sarebbe illecito filmare una persona per strada che sta commettendo un reato solo per farlo vedere ai propri contatti di Facebook. Tutt’al più si potrà utilizzare la documentazione per sporgere un esposto alla polizia.

Chi filma deve sempre essere fisicamente presente all’atto della registrazione: non si può, quindi, lasciare una telecamera aperta e andare da un’altra parte, ingenerando nei presenti la convinzione di non essere sentiti per spingerli a rivelare segreti.

Una sentenza della Cassazione ha ritenuto lecito il comportamento di chi abbia utilizzato la telecamera per riprendere un rapporto sessuale all’interno del proprio appartamento con una partner occasionale o con la stessa convivente. 



4 Commenti

  1. Leggo: “Chi filma deve sempre essere fisicamente presente all’atto della registrazione: non si può, quindi, lasciare una telecamera aperta e andare da un’altra parte, ingenerando nei presenti la convinzione di non essere sentiti per spingerli a rivelare segreti”.
    Perdonate l’ignoranza, ma questa “situazione” non confligge in parte con l’uso ormai così diffuso della collocazione di telecamere in ogni dove a difesa del territorio, intendendo per tale anche la propria proprietà privata, interni ed esterni compresi?

  2. Grazie per tutti questi chiarimenti, ma vorrei sapere se è lecito filmare la ditta edile che sta svolgendo un lavoro nel mia proprietà proteggere il mio diritto, lo faccio perche non mio fido che eseguirà il lavoro concordato insieme come da preventivo dopo che avuto delle discussioni su alcuni fasi dei lavori concordati ? È lecito? Grazie

    1. Grazie. Puoi trovare ulteriori informazioni nei seguenti articoli:
      -Ripresa video: è legale se una persona non lo sa? https://www.laleggepertutti.it/160697_ripresa-video-e-legale-se-una-persona-non-lo-sa
      -Filmare una persona è reato? https://www.laleggepertutti.it/244015_filmare-una-persona-e-reato
      -È legale filmare la strada? https://www.laleggepertutti.it/253397_e-legale-filmare-la-strada
      -È legale filmare persone sconosciute? https://www.laleggepertutti.it/180460_e-legale-filmare-persone-sconosciute
      -Telecamere personali: quando sono lecite? https://www.laleggepertutti.it/218655_telecamere-personali-quando-sono-lecite

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube