Cronaca | News

Coronavirus: novità sulla riapertura di negozi e ristoranti

11 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus: novità sulla riapertura di negozi e ristoranti

Le regole sulle distanze tra i tavoli e l’accesso dei clienti. Salta l’obbligo di sanificare vestiti provati. Verso la prenotazione obbligatoria.

Si delineano il quadro su come dovranno aprire le attività commerciali dopo due mesi di stop forzato per il coronavirus. Il Comitato tecnico-scientifico, principale punto di riferimento del Governo per la gestione dell’emergenza sanitaria, ha stabilito nuove regole non solo per i negozi, che potranno aprire i battenti dal 18 maggio, ma anche per bar, ristoranti ed attività di servizio alla persona, come parrucchieri o centri di benessere.

Tutti loro avranno in comune una cosa molto chiara: non lavoreranno come prima per parecchio tempo. Le misure di sicurezza non resteranno in vigore per qualche settimana, ma per diversi mesi. Bisognerà, dunque, che tutti si abituino, esercenti e clienti, ad un nuovo modo di concepire lo shopping, la colazione al bar o la messa in piega.

Secondo il Comitato, l’aspetto principale da tenere in considerazione è il rischio di aggregazione. Nei ristoranti o nei bar con tavola calda, ad esempio, va privilegiato l’uso di spazi all’aperto in modo da ovviare il problema del ricambio dell’aria e della ventilazione e va definito – si legge nella relazione consegnata al Governo – «un limite di capienza predeterminato, prevedendo uno spazio non inferiore a 4 metri quadri per ciascun cliente», a meno che sia possibile installare delle barriere divisorie. Non è ancora chiara la distanza che dovrà essere rispettata dai clienti che siedono allo stesso tavolo, ma si ipotizza circa un metro e mezzo tra una persona e l’altra. I tavoli, invece, dovranno essere sistemati a quattro metri l’uno dall’altro.

Rischio di aggregazione, si diceva. Per questo, il Comitato consiglia la prenotazione obbligatoria «per prevenire anche assembramenti di persone in attesa fuori dal locale». Aboliti, invece, i self-service o i servizi a buffet. «I clienti – continua la relazione del Cts – dovranno indossare la mascherina in attività propedeutiche o successive al pasto al tavolo. È necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per clienti e personale anche in più punti in sala».

Tutte le superfici dovranno essere igienizzate al termine di ogni servizio, «evitando il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non igienizzati», come oliere o acetiere.

E in cucina? Il personale, come per i servizi al tavolo, sarà tenuto a indossare mascherine chirurgiche monouso e – se possibile – guanti in nitrile.

Prenotazione obbligatoria anche per parrucchieri, barbieri o estetisti. L’accesso deve essere consentito ad un solo cliente per volta. Potranno entrare di più solo se ci sono delle postazioni di lavoro distanziate. Gli strumenti e i locali dovranno essere sanificati continuamente.

Per i negozi c’è una novità importante: in quelli sotto i 25 metri quadri, e non sotto i 40, ci sarà l’obbligo di far entrare un cliente alla volta. Se ci sono due porte, una dovrà essere riservata all’entrata e l’altra all’uscita. Se, però, c’è un solo ingresso, sarà il commerciante a gestire il percorso dei clienti evitando che si incrocino. Novità anche per quanto riguarda i capi di abbigliamento: non sarà necessario sanificare quelli già provati ma i clienti dovranno indossare mascherina e guanti. Sarà necessario sanificare, invece, i locali ogni giorno.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube