Cronaca | News

Coronavirus, quanti passeggeri sull’automobile

11 Maggio 2020
Coronavirus, quanti passeggeri sull’automobile

Il governo chiarisce alcuni aspetti degli spostamenti con mezzi di trasporto.

Se vi sentite un po’ confusi su quello che si può fare o meno nella Fase 2, è normale. Viviamo un periodo di cambiamenti e anche di aggiornamenti continui. L’ultimo è di oggi e riguarda le modalità consentite di spostamento. È il governo a fornire un chiarimento, aggiungendo nuove risposte alle ormai famose “faq“, “frequently asked questions“, ovvero domande più spesso poste sull’emergenza Coronavirus.

Tra queste, quanti passeggeri possono viaggiare in automobile. Il governo risponde che, per questo, resta fondamentale il distanziamento sociale. Quindi tra i passeggeri di un’automobile deve sempre esserci un metro di distanza. Va da sé che su una piccola utilitaria potranno viaggiare al massimo due persone e sfalsate (esempio: una sul sedile del conducente, posizionato a sinistra; l’altra sui sedili posteriori, a destra). Andare in moto in due, invece, non si può per ovvi motivi, visto l’obbligo appena ribadito di rispettare la distanza.

Due sole deroghe sono previste. Una è la necessità di accompagnare qualcuno che non sia munito di patente o di altri mezzi di trasporto. In questo caso, si può usare un mezzo su due ruote, oppure l’automobile. Ma lo spostamento deve essere di quelli giustificati dalle attuali normative, ovvero motivi sanitari, motivi di lavoro, urgenze, commissioni autorizzate per necessità (fare la spesa, comprare il giornale, fare sport all’aria aperta ecc.) e visite ai congiunti (leggi l’articolo: Spostamenti: chi non ha la macchina può farsi accompagnare).

L’altra deroga riguarda l’identità del passeggero/dei passeggeri sulla nostra auto. Se si tratta di nostri conviventi, possiamo tranquillamente portarli con noi sia in moto sia in macchina, senza temere di violare le regole. Le risposte del governo parlano chiaro: “Entrambi questi limiti (cioè quello della distanza in auto e quello del divieto di andare in moto in due, ndr) non valgono se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi”, perché, come messo nero su bianco dal governo stesso, “la condizione di convivenza esime dal rispetto della distanza“.



1 Commento

  1. Io ho la fidanzata stabile che vive in un altro nucleo familiare, posso portarla con me in moto o seduta in auto accanto a me?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube