Stop ai pignoramenti su stipendi e pensioni

11 Maggio 2020
Stop ai pignoramenti su stipendi e pensioni

Bloccate fino al 31 agosto 2020 le azioni esecutive dell’agente di riscossione su buste paga e trattamenti pensionistici.

Si susseguono le novità apportate dal Decreto Rilancio, che il Governo si accinge a varare nelle prossime ore con le misure economiche a sostegno di lavoratori, famiglie e imprese.

La bozza che arriverà stasera sul tavolo del Consiglio dei ministri per l’approvazione, anticipata dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, contiene una specifica norma che riguarda la sospensione dei pignoramenti dell’agente di riscossione sugli stipendi, salari e altre indennità (come quelle dovute in caso di licenziamento) e sulle pensioni ed assegni di quiescenza.

Si tratta quindi dei pignoramenti esattoriali avviati dall’Agenzia Entrate Riscossione (ex Equitalia) o degli altri concessionari convenzionati con gli enti creditori per il recupero dei propri tributi, come ad esempio quelli comunali.

Lo stop è programmato dalla data di entrata in vigore del Decreto legge e fino al 31 agosto 2020. Durante questo periodo, tutte queste somme non saranno sottoposte al vincolo pignoratizio di indisponibilità. Così il terzo pignorato, come il datore di lavoro o l’ente pensionistico, dovrà renderle fruibili al debitore esecutato, erogandogli lo stipendio o la pensione senza decurtazioni.

Questa regola vale anche nei casi in cui c’era già stata l’assegnazione in favore del creditore disposta con provvedimento del giudice dell’esecuzione.

A decorrere dal 1° settembre 2020 cesseranno gli effetti della sospensione e riprenderanno ad operare gli obblighi di custodia delle somme che la legge impone al terzo pignorato e quelli derivanti da provvedimenti di assegnazione precedentemente emessi.

Leggi anche questi articoli: Escamotage per non farsi pignorare lo stipendio e Come evitare il pignoramento della pensione.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube