Tech | News

Nasce la app trova mascherine

12 Maggio 2020
Nasce la app trova mascherine

La piattaforma gratuita per individuare da smartphone o da pc le farmacie rifornite di dispositivi di protezione individuale.

Le mascherine al prezzo calmierato di 50 centesimi più Iva sono praticamente introvabili. La fornitura iniziale di 3 milioni di pezzi è stata una goccia nel mare: distribuita a Roma, Milano e Torino e rapidamente esaurita. La maggior parte delle farmacie ne è sprovvista.

Federfarma ha già lanciato l’allarme: “Il mercato è impazzito e mancano anche le materie prime per realizzarle. Dovrebbero arrivare altri 12 milioni di mascherine ma non sappiamo quando. Mediamente ogni farmacia italiana riceve 80-90 mascherine che finiscono in un lampo e in alcune farmacie non arrivano proprio”, dice all’Adnkronos il segretario nazionale.

Per i cittadini, inoltre, è frustrante doversi recare nelle farmacie e scoprire che il prodotto è terminato. Adesso un aiuto arriva dalla tecnologia: ci sono app gratuite che informano in tempo reale sulla disponibilità di mascherine protettive presso i vari punti vendita.

All’estero è una soluzione consolidata: in Corea, ad esempio, il database è curato dal Governo che coordina anche la distribuzione alla popolazione. Ma anche in Italia qualcosa si è mosso e la soluzione è arrivata: una web app chiamata trovamascherine.org, che consente di fare la ricerca da casa e di andare “a colpo sicuro” nella farmacia che in quel momento è rifornita.

La piattaforma “è gratuita, open-source e senza scopo di lucro”, spiegano gli sviluppatori all’agenzia stampa Adnkronos. Anche per il farmacista, l’utilizzo della piattaforma, oltre che gratuito, è molto semplice: ogni giorno ciascuna farmacia aderente riceve un link sulla propria e-mail; cliccando sul link, i farmacisti hanno accesso ad una pagina web protetta, dove poter aggiornare i quantitativi attualmente disponibili.

“La piattaforma è pensata unicamente per supportare i cittadini nella ricerca di dispositivi disponibili, senza richiedere ai farmacisti l’inserimento dei prezzi, spiegano i partner. “Trovamascherine è accessibile da smartphone o computer” e lo sviluppatore del software, Luca Cioria assicura che l’utilizzo avviene “senza tracciamento di dati personali”.

“Abbiamo cercato di creare una piattaforma che rispettasse al massimo la privacy dell’utente senza sacrificare la qualità del servizio”, sottolinea il partner Andrea Casasco. Il sito non utilizza alcun cookie analitico proprio per evitare di raccogliere dati personali degli utenti, e utilizza inoltre alcuni tra i migliori protocolli di sicurezza informatica per garantire la corretta identificazione delle farmacie”.

La piattaforma, dopo una fase di test su 100 farmacie, è già operativa in tutta Italia a partire dal 5 maggio. Federfarma ha già inviato la circolare ai propri iscritti e sottolinea che riguarderà non solo le mascherine ma anche altri dispositivi di protezione individuale indispensabili in questa Fase 2, come i guanti ed i gel igienizzanti o anche i termoscanner, prodotti che l’app consentirà di cercare e reperire alla stessa maniera delle mascherine. Adesso la parola passa alle farmacie: “Con piacere lo abbiamo comunicato a tutti i nostri iscritti, 18.500, ora la scelta è loro che hanno la libertà di aderire o meno all’iniziativa”, dice all’Adnkronos Salute Marco Cossolo, presidente nazionale Federfarma.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube