Autonomi: cambia il contributo a fondo perduto

13 Maggio 2020 | Autore:
Autonomi: cambia il contributo a fondo perduto

Nel Dl Rilancio vengono modificati i limiti di accesso e chiarite le fasce con le percentuali per calcolare l’importo.

Il testo del decreto Rilancio modifica i contributi a fondo perduto destinati a imprese e autonomi. Innanzitutto, viene fissato il limite di accesso non a 1 milione di euro, come avrebbe voluto il ministro per lo Sviluppo Stefano Patuanelli, ma a 5 milioni di euro, come invece ha sempre sostenuto il ministero dell’Economia. La soglia per accedere agli aiuti, quindi, sarà di 5 milioni di ricavi ottenuti nel 2019 dalle imprese o di compensi ottenuti dai lavoratori autonomi con partita Iva.

Chiarimenti anche sul contributo massimo erogabile: nella migliore delle ipotesi, sarà possibile portare a casa circa 40mila euro. L’indennizzo potrà essere richiesto anche da imprese agricole e cooperative. Non sarà cumulabile non il bonus da 600 euro per i professionisti ma lo sarà per artigiani e commercianti.

La domanda per ottenere il beneficio va presentata online entro 60 giorni dall’avvio della procedura che dovrà essere specificata in un provvedimento attuativo dell’Agenzia delle Entrate. Sarà la stessa Agenzia, poi, a versare i contributi su conto corrente bancario o postale. Il requisito sarà il calo di almeno un terzo del fatturato o dei compensi tra aprile 2019 e aprile 2020. Condizione, però, che non si applica a chi ha avviato l’attività dal 1° gennaio 2019 o chi ha domicilio fiscale o sede operativa nei Comuni che erano zona rossa prima della dichiarazione di stato di emergenza.

Quanto all’importo, come detto, ben che vada arriverà a circa 40mila euro. Ma ci sono anche dei livelli intermedi. Il minimo sarà di 1.000 euro per le persone fisiche e di 2.000 euro per gli altri. Per arrivare al massimo, invece, occorre applicare una percentuale alla differenza del fatturato o dei compensi di aprile 2020 rispetto a quelli dello stesso mese dell’anno scorso. Nel dettaglio:

  • 20% per ricavi o compensi fino a 400mila euro;
  • 15% per ricavi o compensi tra 400mila euro e 1 milione;
  • 10% per ricavi o compensi tra 1 milione e 5 milioni di euro.


1 Commento

  1. Buongiorno. Ho letto il vs. articolo in merito al Fondo perduto e cumulabilità bonus INPS. Io avrò il bonus per il mese di Aprile. Ma non ho fatturato provvigioni ad Aprile e idem per Maggio. Quindi rientrando nella fascia Aprile 2019/2020 posso sperare di avere i 2.000 euro essendo una piccola Sas che lavora nel settore dei servizi per le PMI? Se fosse così sarebbe almeno una ristoro per pagare le scadenze di casa. Grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube