Dl Rilancio: tutti i bonus per professionisti e autonomi

13 Maggio 2020 | Autore:
Dl Rilancio: tutti i bonus per professionisti e autonomi

Che cosa spetta a ciascuno dei lavoratori dei vari settori che non hanno un contratto subordinato.

Professionisti, autonomi, co.co.co., imprenditori agricoli, colf, badanti, lavoratori dello spettacolo ed altri ancora. Un vero e proprio esercito di persone che non hanno un contratto di lavoro subordinato e che, a causa dell’emergenza coronavirus, sono in difficoltà economica ma non hanno la possibilità di usufruire della cassa integrazione o della Naspi, di congedi retribuiti o di altre agevolazioni.

A ciascuno il suo bonus, per compensare in qualche modo il disagio economico causato dalla chiusura generalizzata durante l’epidemia. Ecco i benefici previsti per loro nel decreto Rilancio elaborato dal Governo.

Professionisti iscritti alla gestione separata

Per il mese di aprile riceveranno un bonus di 600 euro i professionisti che lo hanno già ricevuto per il mese di marzo. A maggio, il bonus aumenterà a 1.000 euro ma sarà riservato soltanto a chi ha registrato una perdita di reddito del 33% nel secondo bimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La diminuzione del reddito dovrà essere dichiarata all’Inps tramite un’autocertificazione che consentirà all’Agenzia delle Entrate di effettuare eventuali controlli.

Co.co.co. iscritti alla gestione separata

Come i professionisti, anche chi ha un contratto di collaborazione coordinata e continuativa ed è iscritto alla gestione separata dell’Inps riceverà per il mese di aprile un bonus di 600 euro se l’ha avuto anche per marzo. Il bonus di 1.000 euro di maggio, però, sarà riservato alle co.co.co. i cui rapporti di lavoro siano stati chiusi all’entrata in vigore del decreto. Non sono previsti limiti di reddito.

Artigiani e commercianti iscritti alle gestioni Ago

Anche per loro è previsto il bonus di 600 euro per aprile nel caso l’abbiano ricevuto per marzo. Sono interessati dal beneficio anche i lavoratori in somministrazione. L’indennità di 1.000 euro di maggio spetterà ai dipendenti stagionali che hanno cessato l’attività tra il 1° gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020.

Operai agricoli a tempo determinato

A chi ha ricevuto il bonus relativo al mese di marzo spetterà un bonus di 500 euro per il mese di aprile.

Dipendenti stagionali diversi da quelli del turismo

Questi lavoratori avranno un bonus di 600 euro per i mesi di aprile e maggio se hanno cessato il rapporto tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020. A condizione, però, che abbiano lavorato almeno 30 giorni in questo periodo.

Lavoratori intermittenti

L’agevolazione è praticamente la stessa di quella precedente, ma non viene richiesto il requisito della cessazione del rapporto. Quindi: bonus di 600 euro per aprile e per maggio se hanno lavorato almeno 30 giorni tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 gennaio 2020.

Autonomi occasionali iscritti alla gestione separata

Bonus di 600 euro per i mesi di aprile e di maggio per chi ha avuto dei contratti occasionali nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 gennaio 2020 e risulta iscritto alla gestione separata prima del 23 febbraio 2020.

Venditori a domicilio

Bonus di 600 euro per i mesi di aprile e di maggio per chi ha maturato un reddito nel 2019 superiore ai 5.000 euro e per i titolari di partita Iva e iscritti alla gestione separata.

Lavoratori dello spettacolo

Bonus di 600 euro per chi è iscritto al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con reddito nel 2019 non superiore a 50mila euro e per chi ha versato almeno 7 contributi giornalieri e ha un reddito non superiore a 35mila euro.

Colf e badanti

Bonus di 500 euro per i mesi di aprile e di maggio per chi aveva uno o più contratti in essere al 23 febbraio 2020 per una durata complessiva minima di 10 ore settimanali.

Collaboratori sportivi

Bonus di 600 euro per i mesi di aprile e di maggio. Entro una settimana dalla data di entrata in vigore del decreto Rilancio verranno emanate le procedure attuative.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube