Decreto Rilancio: mascherine e guanti senza Iva

13 Maggio 2020
Decreto Rilancio: mascherine e guanti senza Iva

Azzerata fino al 31 dicembre l’imposta sui dispositivi di protezione individuale, attualmente al 22%. Dal 1° gennaio sarà del 5%.

Niente più Iva fino al 31 dicembre 2020 per l’acquisto di mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3 e per altri dispositivi di protezione come i guanti in lattice, in vinile e in nitrile. È quanto prevede l’ultima bozza del Decreto Rilancio sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi per l’approvazione.

Attualmente, l’Iva sui dispositivi di protezione individuale è al 22%. Così anche le mascherine chirurgiche a prezzo calmierato di 50 centesimi costano all’acquirente 0,61 euro. Adesso, la nuova norma prevede che l’aliquota Iva sarà azzerata per l’emergenza Covid-19 fino alla fine di quest’anno, poi salirà al 5% a partire dal 1° gennaio 2021.

L’art. 130 bis della bozza del Decreto, anticipata dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, interviene sulla tabella [1] che regola le aliquote Iva in vigore, riducendola a regime al 5% ed azzerandola temporaneamente, a partire dalla data di entrata in vigore del provvedimento fino al prossimo 31 dicembre.

Sono numerosi i dispositivi di protezione compresi nell’agevolazione: oltre alle mascherine ed ai guanti, ci sono anche molti altri “articoli di abbigliamento protettivo per finalità sanitarie”, come visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, calzari e soprascarpe, cuffie copricapo, camici impermeabili e chirurgici. Ed anche termometri, detergenti disinfettanti per mani, dispenser a muro per disinfettanti, soluzioni idroalcoliche in litri e perossido al 3% in litri, fino alla strumentazione diagnostica per Covid-19.

L’esenzione comporta – si legge nel testo – il “diritto alla detrazione dell’imposta pagata sugli acquisti e sulle importazioni di beni e servizi afferenti dette operazioni esenti”. Perciò chi ha già acquistato questi materiali con applicazione dell’Iva al 22% versata a monte potrà detrarla.


note

[1] Tabella A, parte II-bis, allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Questo articolo mi fa tornare in mente un “scambio di idee” piuttosto acceso avuto con Giovanni Spadolini alla fine degli anni Ottanta vicino a p.zza Cordusio a Milano. In Italia era stata già introdotta la legge sull’Iva (gennaio 1973). Allora ero “più ingenuo” di oggi e non avevo ancora realizzato a pieno il fatto di quanto schifosa in senso lato sia/fosse la politica… Ebbene, gli contestai ai tempi (ripeto le parole precise, allora avevo un interesse “personale” nel porre la domanda) il fatto che il lavaggio delle mutande – alias slip – in tintoria fosse gravato – come lo è tuttora al 22% – prima del 18, in seguito del 19% di Iva… Ebbene, lo “sciacallaggio” di questi giorni, seppur provvisorio, tentato con l’Iva sulle mascherine al 22% mi hanno dimostrato che nulla nel Belpaese, malgrado la parziale retromarcia, è cambiato, SE NON IN PEGGIO… E sì che di acqua sotto i ponti ne è passata un bel po!!!… Carthago delenda!

  2. Scusate la domanda, ma come “soluzione idroalcolica in litri” cosa intendono? Si parla solo di dispositivi medici (disinfettanti) o vale anche per le soluzioni igienizzanti idroalcoliche (cosmetici).

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube