Diritto e Fisco | Articoli

Come cercare e trovare lavoro: annunci, cv e colloqui

22 ottobre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 ottobre 2013



Dove trovare annunci di lavoro affidabili, come si scrive un cv e a chi mandarlo, come presentarsi al colloquio di lavoro: ecco una breve guida per il giovane che si approccia al mondo del lavoro.

Cercare lavoro (e trovarlo) è sempre più difficile, soprattutto per i giovani che, usciti dalla scuola o dall’università, si vedono catapultati in un mondo nuovo e non sanno da che parte cominciare.

Ecco una breve guida per i laureati e diplomati che vogliano orientarsi nell’ingresso del mondo del lavoro.

Ricerca del lavoro tramite annunci on line, career day e agenzie per il lavoro

Prima di affacciarsi sul mondo del lavoro, è fondamentale informarsi e, grazie a internet, l’informazione è a portata di tutti.

Gli annunci di lavoro sono reperibili su centinaia di siti dedicati unicamente alla ricerca e offerta di lavoro, indicativi delle posizioni aperte nelle aziende, università ed enti pubblici e privati [1].

In questi casi, è consigliabile che il candidato contatti l’azienda che ha messo l’annuncio per verificarne l’attendibilità e avere maggiori informazioni circa la posizione ricercata e i requisiti necessari per accedervi.

Il contatto diretto con l’azienda è fondamentale anche per capire chi si occupa effettivamente del recruiting: mandare il cv ad un indirizzo mail generico reperito on line potrebbe essere inutile.

Spesso, anche in assenza di annunci specifici, sui siti di alcune aziende, alla sezione “Lavora con noi” gli interessati possono registrarsi con il CV e una lettera di presentazione. Si crea così un’enorme banca dati nella quale si raccolgono le posizioni di migliaia di utenti che si sono spontaneamente registrati e attendono di essere valutati in caso di un’eventuale domanda di lavoro.

Il consiglio è quello di non inserire il CV una sola volta ma aggiornarlo costantemente: ciò sia perché la carriera formativa e lavorativa del candidato può subire trasformazioni, sia perché alcune aziende cancellano le candidature dopo un certo periodo di tempo.

In sostituzione o integrazione del web, esistono altri canali di ricerca di posizioni lavorative. Soprattutto a chi ha appena terminato gli studi e si approccia per le prime volte al mondo del lavoro sono utili i career day organizzati dalle aziende per il reperimento di candidati.

Inoltre, è sempre consigliabile rivolgersi agli uffici placement dell’università o dell’istituto professionale che ha rilasciato il diploma: essi possono essere mediatori efficaci nel rapporto giovane-azienda e dare consigli specifici anche in base al profilo del candidato.

Infine, un altro strumento di ricerca è rappresentato dai centri per l’impiego e dalle agenzie per il lavoro, accreditate dalle Regioni, le quali favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Come redigere un buon curriculum vitae

Per questo argomento, leggi l’articolo: Come scrivere un buon curriculum vitae

Consigli per affrontare al meglio un colloquio di lavoro

Se il CV inviato si presenta bene, l’azienda contatta il candidato e fissa un colloquio. È il momento in cui bisogna dare il meglio di sé e, per questo, occorre arrivarci preparati.

È bene sapere che, soprattutto nel caso di giovani che non hanno ancora un’esperienza professionale consistente, i colloqui, spesso definiti “esplorativi” sono volti principalmente alla valutazione delle caratteristiche personali. Si parte da un esame generale del CV, a domande ad hoc per indagare sulla motivazione del candidato. A volte, sono previsti test di logica e lavori di gruppo. Il candidato deve dimostrare sempre una certa sicurezza e determinazione: spesso queste caratteristiche vengono messe a dura prova tramite l’interrogazione da parte dalle figure più importanti dell’azienda (per es. il responsabile dell’ufficio o il direttore generale).

Al colloquio è indispensabile presentarsi con un look adeguato e mantenere un tono professionale. È sempre meglio essere sinceri che mentire e cadere a seguito di domande a trabocchetto o provocazioni.

È sempre bene informarsi sull’azienda e sul suo operato e conoscere il ruolo per il quale si concorre all’interno di essa.

Un altro piccolo segreto è mostrarsi seriamente interessati al posto di lavoro proposto e prepararsi alcune domande da porre: per es. sulle possibilità di carriera e i programmi di formazione.

note

[1] Siti utili: Infojobs, Monster, CarrerJet, JobRapido. Per stage e lavoro all’estero: Eures, Eurodesk, Programma Leonardo e Eurograduate.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI