Cronaca | News

Dl Rilancio, cancellazione Irap: le prime stime sull’impatto

14 Maggio 2020
Dl Rilancio, cancellazione Irap: le prime stime sull’impatto

L’Associazione nazionale consulenti tributari ritiene che una vera semplificazione sarebbe data dall’abrogazione della dichiarazione Irap per tutti i lavoratori autonomi.

Dalle prime bozze sul decreto Rilancio, l’Associazione nazionale consulenti tributari (Ancot) ha elaborato le prime stime sull’impatto dell’eventuale dettato normativo.

L’Ancot sostiene che “La cancellazione del saldo e della prima rata di acconto dell’Irap in totale determina un risparmio per le imprese e per i professionisti di circa 4 miliardi di euro. Di questi 4 miliardi, per le professioni artistiche e tecniche, la riduzione dell’Irap determina un risparmio di circa 370 milioni di euro”.

Per l’Ancot, come riporta una nota stampa dell’Adnkronos, si tratta di un importo che viene riconosciuto a prescindere dalla riduzione dei ricavi registrata per effetto dell’emergenza Covid-19 ed esclude gli enti pubblici, gli intermediari finanziari e le imprese con volume di affari superiore a 250 milioni di euro, tetto posto nella bozza del provvedimento preso in considerazione.

“L’importo relativamente basso – osserva l’associazione – registrato per le attività professionali, in primo luogo, è determinato dal fatto che in relazione alla distribuzione per volume di fatturato sono moltissime le attività che possono beneficiare della franchigia Irap di 13.000 euro e, in secondo luogo, dal fatto che i moltissimi professionisti in regime forfetario, di vantaggio, sono esclusi dal versamento dell’Irap”.

“Si consideri solo – commenta l’Ancot – che con riferimento al 2017, ossia in un anno nel quale il regime forfetario, così detto dei minimi, nelle professioni era ancora applicato con riferimento al limite di 30 mila euro di compensi, limite che, come è noto è salito a65 mila euro dal 2019, in regime speciale (regime di vantaggio o forfetario) c’erano circa 378 mila professionisti, pari a circa il 37%dei soggetti in regime di vantaggio e pari al 79% degli esercenti attività professionali scientifiche e tecniche”.

“Rimanendo l’obbligo – sottolinea l’Associazione – della dichiarazione fiscale ai fini Irap, e ove trovasse corrispondenza nel prossimo provvedimento quanto oggetto nella presente, una vera semplificazione sarebbe data dall’abrogazione della dichiarazione Irap per tutti i lavoratori autonomi, come da noi più volte già richiesto anche in sede di audizioni parlamentari”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube