HOME Articoli

Lo sai che? 10 regole per cercare lavoro su internet

Lo sai che? Pubblicato il 22 ottobre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 22 ottobre 2013

Dalla cura del proprio personal brand, a quella del profilo di social network come LinkedIn e Twitter, dall’aggiornamento del curriculum alla selezione dei siti specializzati: ecco 10 regole d’oro per cercare lavoro sul web.

Oggi anche le più grandi aziende, prima di procedere all’assunzione, monitorizzano i candidati sul web e ne studiano i comportamenti. Nello stesso tempo, Internet offre una miriade di opportunità per cercare lavoro: ecco 10 consigli per non perdere il proprio treno.

Cerca ogni giorno

Mai arrendersi. Esistono tanti siti specializzati, dedicati alla ricerca e offerta di lavoro. Oltre, infatti, ai tradizionali giornali, il web offre una enorme varietà di scelta. Tali siti, peraltro, vengono aggiornati quotidianamente.

Per chi cerca un’occupazione è bene controllare ogni giorno gli annunci pubblicati.

Conviene sempre effettuare una sorta di check-list da consultare periodicamente, annotando una lista di “siti preferiti”, in modo da monitorarli periodicamente e non perdere gli aggiornamenti.

Consulta le sezioni “Lavora con noi”

Molte aziende, anche se non stanno cercando dipendenti, lasciano aperta la possibilità ai giovani di iscriversi nelle loro “liste di collocamento” (cosiddetta area “Lavora con noi”).

Si tratta di un’area dedicata del sito dove è possibile inserire il proprio CV, aggiornarlo periodicamente e inviare una candidatura spontanea. In tal modo, quando l’azienda dovrà procedere alle assunzioni, lo farà scegliendo all’interno della lista nel proprio data-base.

Non limitatevi a inviare il CV una sola volta, ma aggiornatelo a ogni cambiamento, tanto più che alcune società cancellano le candidature dopo un certo tempo.

 

Puntare in alto

Anche chi è alla prima esperienza deve consultare tutti i siti specializzati, compresi quelli

degli head hunter che, in genere, sono a caccia solo di posizioni di alto livello.

Spesso, infatti, hanno tra i loro clienti società che, talvolta, sono alla ricerca di figure junior.

Attenzione alle scadenze

È sempre meglio consultare anche gli annunci più vecchi (purché, ovviamente, non scaduti). Spesso le aziende pubblicano più volte lo stesso annuncio per avere a disposizione un maggior numero di curricula da poter vagliare.

Aumentare le relazioni

Internet offre la possibilità di entrare in contatto con tante persone, anche rappresentanti di aziende. Curare il proprio personal brand è una carta vincente nella ricerca del lavoro. A tal fine, non basterà iscriversi in social network come LinkedIn o Twitter, ma bisognerà svolgere una discreta attività di pubblicazione e di relazioni umane.

Non limitatevi a mandare una semplice email di presentazione. Anche il messaggio su Linkedin, se non accompagnato da una previa attività di cura della propria immagine, potrebbe essere facilmente ignorato.

Curate il vostro profilo sui social network

Il profilo dei candidati ormai viene sempre più “controllato” anche online dalle aziende che vogliono procedere ad assunzioni. Soprattutto per alcune figure professionali è importante mostrarsi attivi, aggiornando il proprio profilo sui canali come LinkedIn.

È vitale presentarsi, sui social network, privilegiando un’immagine seria e preparata, aggiornare il proprio profilo, scegliere foto professionali, avere cura di scrivere in un italiano corretto, con attenzione particolare ai contenuti. Su Internet una minima mossa sbagliata può costare la reputazione professionale.

Curare e presentare bene il proprio curriculum

Nelle candidature online si rischia di non prestare attenzione alla forma del curriculum, che deve comunque essere personalizzato in base alla posizione aperta.

È bene inoltre accompagnare sempre il curriculum con una breve lettera di presentazione.

No agli avvisi di massa

È inutile inviare la propria candidatura a un indirizzo mail generico della ditta (in genere si usa quello della sede legale o dell’amministrazione). Meglio cercare, anche attraverso un previo contatto telefonico, di sapere l’esatto recapito di chi si occupa del recruiting, altrimenti è probabile che il proprio CV si perda nel cyberspazio.

Informatevi da chi è già dentro

Avere contatti con chi già lavora all’interno dell’azienda può aiutare a capire la tipologia di figura professionale ricercata. In questo caso, sarà opportuno modellare il proprio CV in modo da mettere più in evidenza proprio le caratteristiche professionali richieste.

Non limitatevi a internet

Internet non deve essere l’unico mezzo per cercare lavoro. L’uso del web è essenziale, ma deve essere integrato da altri canali, come la partecipazione attiva a eventi del settore in cui si opera o ai career day delle università, ma anche “bussando” ai centri per l’impiego.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI