Maturità e terza media: le ordinanze del Ministero

16 Maggio 2020 | Autore:
Maturità e terza media: le ordinanze del Ministero

La ministra Azzolina: l’esame di fine liceo si farà in presenza e durerà un’ora. Per la tesina delle medie, tempo fino al 30 giugno. I testi da scaricare.

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha presentato l’ordinanza sull’esame di Maturità e quella dell’esame di terza media di quest’anno, complicati dall’emergenza coronavirus. Pubblicata anche l’ordinanza sulle valutazioni finali nelle scuole. La novità più importante è la conferma che la prova di Maturità si terrà in presenza, e non per via telematica come si ipotizzava finora.

«L’Italia sta ripartendo – ha detto il ministro – e il 17 giugno, a meno di una curva epidemiologica con contagi che salgono, gli studenti hanno diritto a fare gli esami in presenza e la scuola non si sottrarrà al proprio dovere».

Gli ostacoli non mancano. A partire dalla scelta dei commissari per l’esame: mancano una decina di giorni alla scadenza per le candidature ma gli aspiranti non sono ancora abbastanza numerosi per coprire i posti necessari. «Sono certa che avremo tutti al loro posto per fare l’esame di Stato», è la promessa di Azzolina agli studenti. Oppure l’avvertimento agli istituti, a seconda di come lo si guardi. «Voglio che tutti ricordino il momento dell’esame: per me è stato uno dei più belli della mia vita, mai l’avrei tolto agli studenti», ha concluso il ministro.

Il Comitato tecnico-scientifico ha dato le sue indicazioni per garantire la sicurezza da un punto di vista sanitario: ci sarà l’obbligo di mascherina per tutti, cioè per studenti, professori, presidi e personale amministrativo. Il colloquio durerà un’ora e, se così si trova più a suo agio, lo studente potrà togliere il dispositivo solo durante l’esame, purché si trovi a debita distanza dalla commissione, cioè a due metri.

Per quanto riguarda, invece, l’esame di terza media, per la discussione della tesina ci sarà tempo fino al 30 giugno, mentre per quanto riguarda le valutazioni di fine anno delle scuole elementari resteranno i voti: «Per tornare i giudizi – avverte Azzolina – si dovrà aprire una discussione politica, non si può fare con un’ordinanza».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube