Coronavirus: novità sulle mascherine fatte in casa

17 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus: novità sulle mascherine fatte in casa

Lavabili e autoprodotte purché multistrato e che coprano da naso a mento.

Nella Fase 2, la popolazione generale potrà indossare le mascherine fatte in casa, purché “in materiali multistrato idonei a formare un’adeguata barriera”. Protagoniste dei commi 3 e 4 dell’articolo 3 Dpcm sulle riaperture firmato oggi dal premier Giuseppe Conte sono le cosiddette “mascherine di comunità“.

Nel testo, riportato dall’agenzia di stampa Adnkronos, si dispone che possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte:

  • in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera;
  • che garantiscano comfort e respirabilità;
  • con forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.

Ovviamente, non bisogna dimenticare il distanziamento sociale. L’utilizzo delle mascherine di comunità, viene precisato nel Dpcm, “si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio” da coronavirus Sars-Cov-2, “come il distanziamento fìsico e l’igiene costante e accurata delle mani che restano invariate e prioritarie”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. IO conosco alcuni stilisti che stanno convertendo la loro produzione di abiti e stanno realizzando mascherine originali. Praticamente, sarà una nuova “moda”. Stampe floreali, disegni geometrici, riproduzioni di paesaggi e altre fantasie per dare un tocco “chic”, per quanto possa esserlo una mascherina di protezione contro un virus… Insomma, si inizieranno a sfoggiare mascherine glamour mentre per strada guardi indispettito il prossimo mantenendo la distanza di sicurezza

  2. Per fare in casa le mascherine di protezione individuale basta davvero poco. Sul web circolano tanti tutorial per fare la mascherina in casa. Io, sinceramente, preferisco quella acquistata, non di tessuto. Però, tutto sommato, farla in casa e lavarla igienizzandola per bene può essere una buona soluzione

  3. Prima ci dicevano che non erano utili, ora c’è l’obbligo di indossarle. Prima ci dicevano che le uniche utili erano le ffp2, ffp3 e ora vanno pure bene quelle fai-da-te… Insomma, sono un po’ confusi anche loro e confondono noi. Nel dubbio, io uso la classica e sto tranquilla

  4. Immagino il fastidio con questo caldo… Le donne dovranno evitare di usare il makeup immagino altrimenti sai che scempio una volta che le tolgono. Tra sudore, caldo e trucco ci sarà da imbrattarsi totalmente. E poi se stai sotto il sole, immagino gli operai, praticamente si abbronzano con le mascherine? E una volta tolte sembrano banditi… ma per la sicurezza, questo ed altro

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube