Coronavirus: sospese anche le rate dei contributi

19 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus: sospese anche le rate dei contributi

L’Inps chiarisce quanto previsto dal decreto Liquidità sullo stop ai versamenti relativi al periodo di emergenza.

All’ultimo minuto, ma ecco che è arrivato con una circolare dell’Inps il chiarimento sulla sospensione dei versamenti contributivi in scadenza tra il 1° aprile e il 31 maggio, prevista dal decreto Liquidità.

In pratica, come spiega questa mattina Il Sole 24Ore, l’Istituto precisa che la sospensione di aprile e maggio 2020, condizionata al calo minimo di fatturato di marzo e aprile rispetto allo stesso periodo del 2019 (cioè, almeno il 33%, elevato al 50% per le aziende con più di 50 milioni di euro di fatturato), è applicabile in modo disgiunto, e cioè anche solo per un mese (aprile o maggio). Non viene considerata la condizione del calo di fatturato per le aziende che abbiano iniziato l’attività dopo il 31 marzo 2019.

La sospensione non riguarda solo i contributi in scadenza nei mesi di aprile e maggio, compresa la prima rata dei contributi fissi degli artigiani e commercianti (e dei soci lavoratori di società), ma anche i versamenti di piani di rateazione, di note di rettifica e di atti di recupero di accertamenti amministrativi che scadono entro il 31 maggio prossimo.

Le aziende agricole che si avvalgono della sospensione dall’8 al 31 marzo dovranno presentare un’apposita domanda online, che sarà resa disponibile nei servizi telematici dell’Istituto.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube