Coronavirus: ecco chi rischia di più nel calcio

19 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus: ecco chi rischia di più nel calcio

Una ricerca condotta dalla Aarhus University ha preso in esame 14 partite della SuperLeague.

Qual è il ruolo a più alto rischio contagio da coronavirus nel calcio? L’attaccante. A svelarlo è uno studio condotto dai ricercatori danesi dell’Aarhus University. Sono stati presi in esame 14 incontri della SuperLeague danese ed è stata simulata la presenza di un giocatore positivo al Covid 19 e i suoi incroci con gli altri calciatori nel raggio di un metro e mezzo.

Lo studio, comunicato alla nostra redazione dall’agenzia di stampa Adnkronos, è stato effettuato per capire se sia o meno praticabile una ripresa della stagione calcistica. Da qui, è emerso che anche se la media è di un minuto e mezzo per giocatore (precisamente 88 secondi ndr), il dato cambia quando si parla di attaccanti con una esposizione che sale a 2 minuti. Simulando la positività al Covid 19 di due giocatori, lo studio afferma che ogni giocatore sarà esposto al virus per poco meno di tre minuti, se sono tre i positivi in campo si sale a 4 minuti e mezzo e così via.

Il professor Allan Randrup Thomsen dell’Università di Copenaghen precisa che “Il tempo indicato nello studio non è critico”. Secondo il National Board of Health danese, si parla di ‘contatto rilevante’ quando ci si trova a meno di due metri da una persona infetta per più di 15 minuti.

Inoltre, dallo studio danese emerge che dilettanti e giocatori dei settori giovanili hanno meno probabilità di contagio rispetto ai professionisti, semplicemente per una questione di velocità e di vicinanza di gioco.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube