Bonus autonomi 600 euro: iniziati i pagamenti di aprile

21 Maggio 2020
Bonus autonomi 600 euro: iniziati i pagamenti di aprile

Oggi sono stati accreditati 1.400.000 beneficiari sui quasi 4 milioni complessivi. Gli altri avranno i soldi sul conto tra domani e lunedì 25 maggio.

Al via i pagamenti del bonus di 600 euro per i lavoratori autonomi e per i collaboratori domestici, stagionali o del turismo e quello di 500 euro per gli operai stagionali agricoli. Sono le indennità stabilite dal Decreto Rilancio e per ora viene erogata la tranche relativa al mese di aprile.

Oggi, a due giorni di distanza dall’avvenuta pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale, l’Inps ha avviato le operazioni, come aveva anticipato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che ad inizio settimana aveva promesso “il pagamento diretto dei 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi e collaboratori che li hanno già avuti e questo avverrà nell’arco di due-tre giorni al massimo”.

Lo rende noto l’Istituto di previdenza in una nota diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos, dove si comunica che l’Inps “ha completato le operazioni di pagamento della seconda rata (aprile) delle indennità di 600 euro a favore dei lavoratori autonomi, dei collaboratori e degli stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, come previsto dal Dl Rilancio”.

Quando arriveranno i soldi ai beneficiari? Qui l’Inps precisa che “in dettaglio, nella giornata odierna 1.400.000 pagamenti sono già stati accreditati sui conti correnti e sulle carte dotate di Iban dei beneficiari, altri 400.000 domani 22 maggio. Gli ulteriori 2.000.000 di pagamenti saranno accreditati lunedì 25 maggio”.

La distribuzione dei pagamenti su tre giornate lavorative diverse – spiega l’Inps “si è resa necessaria in considerazione dei vincoli tecnici di funzionamento della rete interbancaria nazionale, che consente la gestione di non oltre 2,2 milioni di bonifici al giorno. Nella giornata di venerdì 22 maggio lo spazio era quasi interamente impegnato da pagamenti già pianificati da altre amministrazioni pubbliche”.

L’Inps comunica infine di aver “completate anche le operazioni di pagamento a favore degli operai a tempo determinato dell’agricoltura, con seconda rata dell’indennità fissata dalla legge nella misura di 500 euro“.

Chi, in luogo del bonifico, ha scelto di ricevere il pagamento in contanti (l’Inps calcola che sono 190.000 lavoratori che, all’atto della domanda inviata ad aprile scorso hanno scelto questa modalità) dovranno recarsi a partire da martedì 26 maggio presso gli uffici postali, muniti della comunicazione che riceveranno da Poste Italiane, di un documento di identità e del proprio codice fiscale.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube