Rateizzazione debiti fiscali: le nuove regole

22 Maggio 2020 | Autore:
Rateizzazione debiti fiscali: le nuove regole

La decadenza si verifica con il mancato pagamento di 10 rate, anche non consecutive, anziché di 5. Sospesi anche i termini di versamento fino al 31 agosto 2020.

Il nuovo Decreto Legge Rilancio [1] amplia le possibilità di ottenere la rateizzazione dei debiti fiscali, quelli riferiti a cartelle di pagamento ed avvisi di accertamento ed anche quelli riguardanti rottamazioni ter o saldi e stralcio già scaduti perché non erano state pagate le rate del 2019.

Le nuove norme riguardano sia le rateizzazioni già concesse sia quelle che potranno essere richieste dai contribuenti entro il 31 agosto 2020, tenendo però conto del fatto che entro quella data sono sospesi i termini di versamento derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

I pagamenti delle rate in scadenza nel periodo di sospensione dovranno essere eseguiti entro la fine del mese successivo, dunque non oltre il 30 settembre 2020. Inoltre, la sospensione riguarda anche la notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione, in base alla programmata tregua fiscale.

Per quanto riguarda le rateizzazioni, le nuove regole stabiliscono che i termini di decadenza previsti da ciascun piano concesso (che è normalmente di 5 rate) vengono ampliati: ora la decadenza si verificherà «con il mancato pagamento di 10 rate, anche non consecutive, anziché le 5 ordinariamente previste», ha specificato l’Agenzia delle Entrate nel vademecum che espone ai contribuenti le agevolazioni previste dal nuovo Decreto legge.

L’estensione ha un’applicazione automatica e riguarda tutti i piani di dilazione già in essere all’8 marzo 2020 ed, inoltre, i nuovi piani di rateizzazione che verranno concessi da Agenzia entrate-Riscossione a seguito delle domande presentate entro il 31 agosto 2020. Per le richieste di rateizzazione successive, presentate a partire dal 1° settembre 2020, riprenderà invece il regime ordinario di decadenza stabilito sulla base delle 5 rate non pagate.

note

[1] Art. 154, lett. b), Decreto Legge 19 maggio 2020, n.34.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube